Telegram supera il suo primo miliardo di download

A otto anni dal lancio, la piattaforma di messaggistica continua a crescere nel gradimento del pubblico a livello globale.

Parliamo di

Telegram raggiunge un’importante traguardo, ovverosia quello di superare il primo miliardo di download della sua app contando le versioni per Android e iOS effettuate in tutto il mondo. Secondo i dati raccolti e divulgati da Sensor Tower, che fornisce informazioni di mercato e analisi per l’economia delle app mobili attraverso la propria suite di software, nel 2021 Telegram, che sin dalla sua nascita ha utilizzato la crittografia end-to-end per proteggere le comunicazioni dei suoi iscritti, ha fatto registrare un’impennata di download con un +61% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Telegram nell’Olimpo delle app

Nella prima metà di quest’anno sono stati ben 214,7 milioni gli utenti a scaricare l’applicazione, in prevalenza da India (22%), Russia (10%) e Indonesia (8%). Numeri importanti in un settore dove di certo non manca la competizione, che hanno consentito alla nota piattaforma di messaggistica di entrare nella ristretta elite di app che hanno superato il miliardo di download, che comprende per esempio WhatsApp, Messenger, Facebook, Instagram, Spotify e Snapchat. Il tutto rimanendo sempre “indipendenti e fedeli ai nostri valori, ridefinendo il modo in cui dovrebbe operare un’azienda tecnologica”, parafrasando Pavel Durov.

A circa otto anni di distanza dal lancio, Telegram continua a crescere nel gradimento del pubblico a livello globale.

Secondo gli esperti, a determinare il successo dell’applicazione hanno contribuito certamente la vicenda della nuova informativa sulla privacy di WhatsApp che ha provocato una fuga di utenti verso altre piattaforme, Telegram compresa, ma anche i tanti interventi effettuati dagli sviluppatori sul suo software per renderla sempre più competitiva, completa in termini di opzioni, e quindi interessante agli occhi dei suoi fruitori. Basti pensare alle videochiamate di gruppo fino a 1000 spettatori, o alle chat vocali, introdotte sull’onda del successo di Clubhouse tempo fa per permettere anche ai suoi utenti di avviarle sui canali, senza limiti, aprendo i loro interventi su qualsiasi argomento a milioni di ascoltatori.

Ti potrebbe interessare