novità

Innr Smart Lightning: gamma completa per l’illuminazione smart

  • Gamma completa
  • ottima resa luminosa e cromatica
  • ampia compatibilità
  • prezzo competitivo
  • Niente da segnalare
Il giudizio di Webnews: 9,3

Negli ultimi anni sta finalmente esplodendo anche in Italia la diffusione di dispositivi per la Smart Home, con l’arrivo di nomi più o meno noti e prezzi per tutte le tasche. Oggi parliamo di Innr, azienda olandese specializzata nella produzione e commercializzazione di apparecchi per l’illuminazione, dalle lampadine fino ad arrivare a plafoniere e lampade da giardino, e caratterizzata dall’ampia compatibilità con i sistemi più comuni oltre che dal prezzo altamente competitivo. In questo modo anche chi ha già installato un sistema nella propria casa può integrarlo con i prodotti Innr, sfruttando ad esempio un bridge Philips Hue o un Amazon Echo con hub integrato.

La maggior parte dei dispositivi Innr utilizza infatti il protocollo ZigBee, pertanto richiede un hub per collegarsi al router internet. L’azienda vende il proprio bridge (al momento non è disponibile, ma ci comunicano che è in arrivo una nuova versione aggiornata), da usare in abbinata all’app Innr, ma come dicevamo sopra, i prodotti sono compatibili anche con hub di terze parti. In particolare abbiamo provato ad usare sia un bridge Philips Hue, collegato ad una rete di lampade già configurate, sia l’hub di Amazon che troviamo integrato in Echo 4, Echo Plus, Echo Studio ed Echo Show.

In entrambi i casi la procedura di configurazione è stata estremamente semplice, ed in pochi secondi le lampadine sono state riconosciute e pronte all’uso. A seconda dell’hub usato ci sarà o meno la compatibilità con gli assistenti vocali: l’hub integrato negli Amazon Echo è compatibile solo con Alexa, mentre il bridge Philips Hue ha sicuramente una compatibilità più completa e supporta anche l’Assistente Google.

Oltre ai prodotti ZigBee ci sono anche le lampadine WiFi che non richiedono un hub ma si connettono direttamente al router: esse possono essere controllate attraverso l’app Innr for WiFi e sono compatibili con gli assistenti vocali.

Vediamo nel dettaglio i prodotti principali Innr, tutti testati e approvati da noi.

Lampadine ZigBee


Il primo tipo di lampade che esaminiamo sono le classiche lampadine a bulbo con connettività ZigBee e attacco standard E27. Disponibili in bianco caldo (2700K), bianco variabile (da 2200K a 5000K) e a colori (RGBW con 16 milioni di colori e bianco da 1800K a 6500K), le lampade hanno intensità di 806 lumen e raggiungono la massima luminosità in meno di mezzo secondo, con un consumo massimo di 9 Watt. La vita media è superiore alle 25mila ore.

La forte intensità permette di illuminare una stanza di dimensioni medie con una singola lampadina, mentre l’ampio raggio di 240° distribuisce la luce in ogni angolo della stessa. Naturalmente per tutti i modelli è possibile impostare l’intensità luminosa a valori inferiori, sia da hub che con comandi vocali, scendendo fino al 5%. Ottima la resa cromatica delle lampadine a colori, che riproducono fedelmente tutte le gradazioni ed hanno LED bianchi dedicati per quelle occasioni in cui vogliamo una luce bianca classica.

Disponibili poi anche le lampadine a oliva con attacco E14 e intensità di 470 lumen, e i faretti con attacco GU10 e intensità di 350 lumen.

Acquista su Amazon:

Lampadine ZigBee a filamento


Negli ultimi anni sono tornate di moda le lampadine a filamento, per donare un effetto vintage agli ambienti, diffuse soprattutto in ristoranti e negozi ma in grado di creare atmosfera anche in casa. Curiosità interessante: Innr è stata la prima azienda al mondo a creare lampadine con filamento vintage e tecnologia smart; troviamo anche qui infatti la connettività ZigBee, compatibile con hub terzi e assistenti vocali.

Le lampadine a filamento Innr consumano solo 4W, hanno un flusso luminoso di 350 lumen con angolo di 320° e luce bianca calda a 2200K; possiamo inoltre regolare l’intensità, dal 5% al 100%. L’azienda produce tre forme: il classico bulbo a sfera, la forma Edison a pera e quella a globo, tutte con vita media superiore a 15mila ore.

Acquista su Amazon:

Lampadine WiFi


Ultime arrivate nella famiglia Innr, le lampadine WiFi hanno il vantaggio di non richiedere un hub per comunicare con il router, essendo dotate della connettività già al loro interno e comunicando per tramite dell’app Innr for WiFi che, ci dice l’azienda, sarà compatibile con il prossimo bridge e potrà quindi gestire anche i prodotti ZigBee.

Per il resto le caratteristiche replicano le omologhe lampade ZigBee: consumo di 9W, luminosità di 806 lumen, angolo di 240°, vita superiore alle 25mila ore. Anche le prestazioni sono allo stesso livello, con una resa cromatica ed una luminosità sempre di ottimo livello.

Le lampade WiFi sono attualmente disponibili solo con attacco E27, a colori (RGBW) o bianco caldo.

Acquista su Amazon:

Strisce a LED ZigBee


Non potevano poi mancare le strisce a LED, ormai essenziali per creare l’atmosfera in casa o in terrazzo/giardino. E infatti Innr produce due tipologie di strisce ZigBee, quindi sempre compatibili con hub terzi e assistenti vocali: quelle da interni con 60 LED al metro e 600 lumen nella versione da 2 metri, e quelle da esterni con 96 LED al metro e 550 lumen sempre nella versione da 2 metri. In entrambi i casi abbiamo LED RGBW con 16 milioni di colori e bianco da 1800K a 6500K, e la possibilità di ridurre l’intensità fino addirittura all’1%. Il consumo energetico è pari a 12W per le strisce da interno e di 24W per quelle da esterno, mentre per la vita media arriviamo a superare le 30mila ore. Oltre alle versioni da 2 metri l’azienda produce anche versioni da 4 metri, per le quali luminosità e consumi vanno a raddoppiare.

Anche in questo caso siamo rimasti pienamente soddisfatti della resa delle strisce, che riescono a riprodurre fedelmente colori e livelli di bianco e ad integrarsi in maniera semplice agli altri dispositivi della nostra casa.

Le strisce da esterno sono naturalmente resistenti ad un range superiore di temperature e soprattutto possiedono certificazione waterproof IP67: possono quindi essere posizionate in giardino o in terrazzo, anche sotto la pioggia battente o esposte all’irrigazione, ma non sono stagne e quindi non possono essere usate per rimanere immerse per tempi prolungati, di conseguenza non possiamo metterle all’interno di una piscina o di una fontana.

Acquista su Amazon:

Presa Smart ZigBee


L’ultimo prodotto che abbiamo avuto la possibilità di provare è una presa smart con connettività ZigBee, spina tedesca schuko (tipo F) e carico massimo di 10A (2200W). La presa ha dimensioni piuttosto contenute, quindi non va ad occupare troppo spazio e non limita l’uso delle prese adiacenti anche se decidiamo di metterla su di una ciabatta.

Anche in questo caso è necessario collegarsi ad un hub, e in pochi secondi siamo riusciti a configurare sia la connessione con un Amazon Echo che con il bridge di Philips Hue, e di conseguenza l’integrazione con il nostro assistente vocale preferito.

Grazie alla presa smart possiamo quindi controllare qualsiasi dispositivo non dotato di connettività wireless, come ad esempio vecchie lampade, piccoli elettrodomestici, ventilatori o stufette, e anche la TV o il decoder.

Acquista su Amazon:

Altre recensioni Tutte le recensioni