Speciale Microsoft Edge

Microsoft Edge Chromium

Microsoft Edge, il browser di Windows 10

Con il lancio di Windows 10, Microsoft ha deciso di interrompere lo sviluppo di Internet Explorer. Dopo 20 anni, lo storico marchio è destinato dunque a scomparire per fare spazio ad un nuovo browser che offre maggiori compatibilità con i moderni standard web, prestazioni e sicurezza durante la navigazione. Microsoft Edge (nome in codice Project Spartan), browser predefinito per le edizioni desktop e mobile di Windows 10, sfrutta un nuovo layout engine, integra nuove funzionalità di lettura e il supporto per Cortana. A partire dalla versione 79, Edge è basato su Chromium (quindi usa Blink come motore di rendering) e supporta anche Windows 7/8.1 e mac OS.

Di

Microsoft Edge, noto inizialmente con il nome in codice Project Spartan, è il nuovo browser predefinito di Windows 10. Dopo circa 20 anni, l’azienda di Redmond ha deciso di interrompere lo sviluppo di Internet Explorer, nonostante lo storico browser sia ancora il più utilizzato in assoluto. Invece di aggiungere nuove funzionalità e quindi complessità al codice, Microsoft ha voluto dare un taglio con il passato, sviluppando un browser innovativo, compatibile con i moderni standard web, più veloce e più sicuro. Edge verrà affiancato ad Internet Explorer 11 sulle edizioni desktop di Windows 10, mentre prenderà il suo posto su smartphone e tablet. Il supporto per il vecchio IE11 continuerà fino alla scadenza del supporto per il sistema operativo in cui è installato (Windows 7 non è più supportato dal 14 gennaio 2020).

Microsoft Edge

Le prime indiscrezioni sul nuovo browser risalgono a metà settembre 2014, quando sono iniziate a circolare informazioni su una versione aggiornata di Internet Explorer, denominata Spartan, che avrebbe supportato le estensioni su Windows 9 (all’epoca non era stato ancora ufficializzato il nome del prossimo sistema operativo). Tra fine dicembre 2014 e inizio gennaio 2015 sono trapelati altri dettagli, grazie ai quali è stato svelato che Project Spartan è in realtà un browser completamente nuovo e separato da Internet Explorer 11. L’annuncio ufficiale è stato fatto da Microsoft il 21 gennaio 2015, durante la presentazione di Windows 10, mentre il debutto pubblico è avvenuto con la build 10049 del 30 marzo 2015. Il nome finale è stato svelato durante la conferenza Build 2015, insieme al logo che ricorda chiaramente quello di Internet Explorer.

Speciale: Windows 10

Edge, nuovo motore di rendering

Edge non è solo il nome del browser di Windows 10, ma anche quello del nuovo motore di rendering (edgehtml.dll), derivato da Trident (mshtml.dll), usato in Internet Explorer. Inizialmente, Microsoft aveva scelto un approccio “dual engine“: sia Edge che Internet Explorer avrebbero dovuto integrare entrambi i motori. Successivamente, anche in seguito ai suggerimenti dei Windows Insider, il team di sviluppo ha deciso di usare Edge solo per Project Spartan e Trident solo per Internet Explorer 11, che quindi non subirà grandi modifiche rispetto alla versione per Windows 8.1.

A partire dalla versione 79, il codice del browser è derivato da quello di Chromium, quindi il motore di rendering EdgeHTML è stato sostituito da Blink. Edge supporta quindi le estensioni di Chrome e può essere installato anche su Windows 7, Windows 8.1 e macOS.

Microsoft Edge garantisce quindi interoperabilità, compatibilità totale con i moderni siti web e funzionalità esclusive, come Cortana, Reading List e Reading View. Internet Explorer 11 riceverà solo aggiornamenti di sicurezza, fino alla scadenza del suo ciclo di vita, e potrà essere utilizzato per visualizzare siti che sfruttano tecnologie ormai superate, come ActiveX, VBScript e Browser Helper Object.

Design e funzionalità

L’interfaccia di Microsoft Edge è semplice ed intuitiva con le schede posizionate in alto e un’unica barra per indirizzi e ricerche. Tutti i pulsanti delle funzionalità sono accessibili con pochi clic del mouse o tocchi delle dita. Il browser memorizza all’interno di un Hub, mostrato in un pannello alla destra dello schermo, la cronologia di navigazione, i preferiti, i download correnti e l’elenco di lettura. Quest’ultimo consente di salvare gli articoli e altri contenuti che si desidera leggere in un secondo momento, utilizzando qualsiasi dispositivo. Le Reading List vengono infatti sincronizzate insieme a segnalibri, password e schede aperte. Con la Visualizzazione lettura (Reading View) è possibile attivare un layout più pulito con i contenuti in primo piano e in posizione centrale, eliminando altri elementi della pagina. L’utente può modificare lo stile e la dimensione dei caratteri in base alle sue preferenze.

Microsoft Edge permette di prendere appunti, disegnare o evidenziare i contenuti direttamente nelle pagine web. È possibile, ad esempio, aggiungere commenti ad una ricetta da inviare agli amici o collaborare ad nuovo progetto insieme ai colleghi di lavoro. La pagina attiva diventa dunque una lavagna digitale e tutto ciò che viene scritto può essere memorizzato o condiviso tramite OneDrive e OneNote.

Un’altra novità di Edge è l’integrazione di Cortana. L’assistente personale è pronto a soddisfare qualsiasi richiesta durante la navigazione. Grazie all’enorme database di Bing, Cortana è in grado di fornire informazioni su svariati argomenti. L’utente deve solo evidenziare una parola o una frase sulla pagina (tenendo premuto con le dita o facendo clic con il mouse) e scegliere la voce Chiedi a Cortana. Le risposte verranno mostrate in un riquadro sul lato destro dello schermo.

Speciale: Cortana

Il nuovo browser può inoltre visualizzare i file PDF, supporta la navigazione anonima e tutti i moderni standard creati per garantire un’esperienza multimediale di alto livello, tra cui streaming video adattativo, WebRTC, WebAudio, WebGL e Dolby Digital Plus. Edge viene considerato il browser migliore per Netflix, in quanto supporta lo streaming video 4K, mantenendo bassi i consumi.

Edge: prestazioni e sicurezza

Microsoft ha lavorato molto anche sul fronte delle prestazioni e della sicurezza. Diverse ottimizzazioni e l’uso di asm.js hanno permesso di incrementare notevolmente la velocità di esecuzione del codice JavaScript da parte del motore Chakra. Grazie all’aiuto ricevuto da Intel, l’azienda di Redmond ha integrato il supporto per le istruzioni SIMD (Single Instruction Multiple Data), ridotto il caricamento delle pagine web e incrementato l’autonomia della batteria nei dispositivi mobile. I test effettuati con vari benchmark (Unity, Octane e Jet Stream) evidenziano prestazioni nettamente superiori a quelle di Internet Explorer 11 e, in molti casi, a quelle offerte dai browser concorrenti.

Edge è il browser più sicuro sviluppato finora da Microsoft. L’eliminazione di ActiveX, BHO e VBScript ha già ridotto i possibili punti di attacco, ma ci sono altre tecnologie che garantiscono la massima sicurezza durante la navigazione. La ASLR (Address Space Layout Randomization) offre una maggiore protezione, in quanto Edge è un browser a 64 bit; inoltre, il motore di rendering viene eseguito all’interno di una sandbox. SmartScreen, introdotta con IE8, verifica la reputazione dei siti web, mentre Certificate Reputation controlla la validità dei certificati. Non manca ovviamente il supporto per i protocolli HTTP/2 e TLS. Microsoft rimuoverà Flash Player a partire dal 31 dicembre 2020.

Nuovo Edge basato su Chromium

Il 6 dicembre 2018, Microsoft ha annunciato il nuovo Edge basato su Chromium, quindi il browser utilizzata lo stesso motore di rendering di Chrome, ovvero Blink. A differenza del vecchio Edge con motore di rendering EdgeHTML, la nuova versione è compatibile anche con Windows 7, Windows 8.1 e macOS.

Le prime build pubbliche sono state rilasciate l’8 aprile 2019 (Windows 10), il 20 maggio 2019 (macOS) e il 19 giugno 2019 (Windows 8.1 e Windows 7). La versione beta per Windows 10/8.1/7 e macoOS è arrivata il 20 agosto. Il nuovo logo del browser è stato presentato all’inizio di novembre 2019. Dopo una RC (Release Candidate) è stata distribuita la versione finale a partire dal 15 gennaio 2019. A partire dalla versione 80 è compatibile anche con i PC dotati di processori ARM64, come il Surface Pro X.

Rispetto al vecchio Edge ci sono importanti novità in termini di prestazioni, sicurezza e funzionalità. Il blocco dei tracker è attivo per default e può essere personalizzato scegliendo tre livelli di protezione. Non mancano ovviamente la navigazione privata e la tecnologia Defender SmartScreen. Il browser supporta inoltre le estensioni di Chrome.

Nel corso dei prossimi mesi verranno aggiunte nuove funzionalità, come la sincronizzazione di cronologia, estensioni e schede aperte. Arriveranno anche le Collezioni, grazie alle quali sarà possibile raggruppare i contenuti web e organizzarli in documenti.