Speciale Salone di Parigi tra innovazione e tecnologia

Renault EZ-Ultimo

Salone di Parigi tra innovazione e tecnologia

Il Salone di Parigi è la più antica fiera dell'automobile dove i costruttori più importanti portano i loro più recenti modelli. Ma la fiera non è solo una grande vetrina commerciale perché è anche un palcoscenico dove poter trovare tutti i progetti e concept della mobilità del futuro tra innovazione e tecnologia. In particolare, l'edizione 2018 vede come protagonista la mobilità elettrica con i principali costruttori che hanno portato tutte le loro più recenti realizzazioni. Spazio anche ai concept della mobilità del futuro con veri e propri prototipi che raccontano come le case automobilistiche immagino la mobilità delle grandi città tra 10 o 20 anni quando le auto si guideranno tutte da sole.

Di

Il Salone di Parigi è una delle fiere dedicate al mondo delle quattro ruote e non solo più importanti del mondo. All’interno della fiera non solamente vengono presentati gli ultimi modelli di auto e moto dei principali costruttori che si apprestano ad andare in vendita ma anche tutti i trend futuri che caratterizzeranno la mobilità del domani. Il Salone di Parigi, dunque, non è solo una vetrina sfruttata dai costruttori per reclamizzare i loro nuovi modelli ma anche un importante palcoscenico dove viene mostrato un pizzico del futuro della mobilità. Concept, prototipi ed esercizi di stile sono una parte importante della fiera.

Con lo sviluppo di nuove forme di mobilità e l’avvento delle auto connesse e dell’alba della nuova era delle auto elettriche, il Salone di Parigi ha guadagnato ulteriore importanza. L’edizione 2018 della fiera si terrà dal 4 al 14 ottobre presso il Paris Expo a Porte de Versailles.

Salone di Parigi, genesi()

Non solamente il Salone di Parigi è una delle più famose fiere del settore automobilistico ma è anche soprattutto la più antica. La prima edizione, infatti, risale addirittura al 1898. Sino al 1986 il suo nome ufficiale era “Salon de l’Automobile”. Due anni più tardi, la fiera ha adottato il nome che porta ancora oggi e cioè “Mondial de l’Automobile“. Il Salone di Parigi non è, però, un evento annuale o, almeno, lo è stato sino al 1976. Successivamente, è stato scelto di rendere la fiera biennale.

Tra i brand più importanti che parteciperanno all’appuntamento 2018 si menzionano Audi, BMW, Citroën, DS, Ferrari, Honda, Hyundai, Jaguar, Kia, Land Rover, Lexus, Maserati, Mercedes, Peugeot, Porsche, Renault, Skoda, Suzuki, Tesla e Toyota. Un numero non elevato che non deve stupire. Le case automobilistiche, infatti, scelgono con molta attenzione i saloni a cui partecipare in virtù del fatto che oggi, a causa di Internet, le persone hanno a disposizione molti altri canali per scoprire le novità del settore e quindi partecipano sempre di meno alle fiere motoristiche.

Salone di Parigi tra innovazione e tecnologia()

Mobilità elettrica, car sharing e mobilità alternativa, queste sono alcune delle tematiche affrontate all’interno della fiera grazie a concept e progetti portati da molte aziende. Si parla anche di auto connesse con le ultime proposte delle case automobilistiche in materia di sistemi di infotainment. Il tutto senza dimenticarsi dei passi in avanti nel settore della guida autonoma con i nuovi sistemi di guida assistita che arrivano sui nuovi modelli di auto o che arriveranno nelle autovetture del futuro.

Le auto sono sempre più degli smartphone su 4 ruote e il Salone di Parigi mette ben in evidenza questa evoluzione delle autovetture. Nello specifico, l’edizione 2018 della fiera enfatizza ulteriormente l’innovazione e la tecnologia che la fanno da padrone all’interno del settore della mobilità.

Le auto elettriche, in particolare, sono le vere protagoniste dell’edizione 2018 del Salone di Parigi. Tesla, per esempio, ha portato ufficialmente per la prima vota in Europa la sua Model 3 che debutterà il prossimo anno. Kia, invece, ha ufficializzato il lancio europeo della E-Niro, la variante 100% elettrica della sua fortunata crossover già declinata nelle versioni ibrida e plug-in.

Mercedes, a suo volta, ha approfittato dell’importante vetrina internazionale per portare il suo SUV elettrico EQC. Anche Audi ha portato il suo SUV 100% elettrico e-tron e Hyundai ha portato il suo piccolo crossover Kona EV che ha debuttato da qualche tempo in Europa con un grande successo di vendite. Renault, invece, ha portato K-ZE, un mini SUV da città che debutterà in Cina nel 2019 e che oltre ad essere elettrico sarà messo in vendita ad un prezzo molto competitivo.

Spazio anche ai concept che provano ad immaginare la mobilità del futuro quando gli autoveicoli saranno condivisi, completamente autonomi ed utilizzati per funzioni che vanno oltre il semplice mezzo di trasporto. Per esempio, Renault ha portato EZ-Go, una sorta di taxi elettrico completamente autonomo che solcherà le strade delle città del futuro. La casa francese ha portato anche EZ-Pro un concept di una sorta autovettura adibita al trasporto di oggetti che in maniera del tutto autonoma si muoverà verso una destinazione programmata.

Il Salone di Parigi, in particolare in questa edizione 2018, offre, dunque, tanti spunti e molti contenuti sulla mobilità del futuro.

Immagine: Renault