QR code per la pagina originale

Iniziano i test per la prima patch di Leopard

Autorevoli voci danno per iniziati i testi interni a Cupertino che porteranno entro qualche settimana all'uscita della prima patch per la problematica nuova versione di Mac OS X. Nel mirino soprattutto problemi relativi al firewall

,

Le dure critiche ricevute da Leopard, la nuova versione di Mac Os X, stanno per ricevere soddisfazione dal momento che sembra che tra qualche settimana sarà pronta la prima patch.

L’annuncio ufficiale ancora non c’è ma l’autorevole AppleInsider afferma che il processo di testing interno a Cupertino (che porterà alle patch) è già cominciato e che ben presto vedrà la luce una versione 10.5.1 di Mac Os X. Ad essere corrette per prime saranno le falle relative al firewall, a spotlight, iCal e Keychain, come era del resto prevedibile date le molte lamentele. Ma non saranno ad ogni modo trascurati i problemi relativi al client email, alla gestione delle ancore nel codice HTML e alle smart mailbox, per un totale di almeno un paio di dozzine di riparazioni.

Certo un simile tempestivo rimedio non è una novità per Apple (Tiger ricevette il primo aggiornamento a 17 giorni dalla sua commercializzazione), ma è impossibile non notare come Leopard abbia attirato su di sè più strali di quanto si sia mai visto per un update non significativo di un sistema operativo Apple.

Pur non cambiando molto rispetto alla struttura dell’OS, infatti, Leopard ha comportato una serie di problemi, bug e falle senza precedenti, scatenando l’ira non solo dei consumatori, ma anche dei produttori di software i quali si sono trovati a dover fare molto lavoro in più per colmare le lacune finora scoperte. Sia da Skype che da tutta la famiglia Adobe sono arrivate infatti significative lamentele riguardo i grossi problemi che i loro software hanno nel girare su Leopard.

Da notare che le grane principali sono stati registrate nel settore del firewall, che si autoesclude durante le installazioni e gli upgrade, e che non blocca tutto quando si seleziona il blocco totale. A tutto ciò va poi aggiunto il caso della distruzione dei file mentre vengono spostati in caso di disconnessione del dispositivo di ricezione: problema non eccessivamente frequente ma lo stesso emblematico della situazione di Leopard.

Notizie su: