QR code per la pagina originale

HP e Microsoft insieme per il cloud aziendale

L'accordo tra Microsoft ed HP permetterà ad entrambi i gruppi di incrementare la propria presenza in un mercato di grandi potenzialità.

,

Microsoft e HP hanno annunciato la sottoscrizione di un accordo della durata di quattro anni relativo alla vendita di soluzioni cloud pubbliche e private basate su Office 365. Questa partnership rappresenta quindi la risposta dell’azienda di Palo Alto al servizio CloudVerse offerto dalla rivale Cisco.

Così facendo Microsoft porta su HP una soluzione in qualche modo parallela (e più ricca) rispetto all’esperimento già avviato anche da Box.net. L’idea di portare il cloud direttamente sull’hardware in distribuzione è ciò che potrà stimolare il mercato ad una crescita sollecita, portandolo sotto gli occhi dell’utenza per proporne le potenzialità in alternativa alle soluzioni di storage tradizionali. L’offerta delle due aziende, disponibile inizialmente in Canada, Regno Unito, Australia e Stati Uniti, prevede tre principali soluzioni:

  • Private cloud: HP offrirà il servizio Enterprise Cloud, costituito da Microsoft Exchange Server 2010, Microsoft SharePoint Server 2010 e Microsoft Lync Server 2010, distribuito attraverso i suoi data center;
  • Public cloud: il servizio comprenderà Microsoft Office 365, Exchange Online, SharePoint Online e Lync Online, ospitato sui data center di Microsoft;
  • Hybrid solution: HP rivenderà Microsoft Office 365 insieme al servizio Enterprise Cloud presente nella soluzione Private cloud.

Il cloud computing enterprise è un mercato molto importante per HP e l’alleanza con Microsoft le permetterà di contrastare opportunamente i suoi principali concorrenti, ovvero Cisco e Oracle. Microsoft, invece, avrà la possibilità di incrementare la quota di mercato per Office 365 presso il mercato delle PMI. Grazie all’accordo con HP, inoltre, ora l’offerta di Redmond potrà raggiungere anche organizzazioni di maggiori dimensioni, estendendo così il perimetro delle proprie opportunità.

Fonte: Microsoft • Via: ZDNet • Notizie su: