Le batterie di Mercedes-Benz Energy per la casa

Una soluzione per lo storage dell’energia in ambito domestico e residenziale con batterie sviluppate inizialmente per l’integrazione sulle auto elettriche.

Parliamo di

Secondo gli analisti di Morgan Stanley, entro il 2040 oltre la metà delle auto vendute a livello globale sarà mossa da un motore 100% elettrico. A spingere questa tipologia di veicoli contribuiranno in primis l’evoluzione delle batterie equipaggiate, poi una sempre più capillare diffusione di colonnine e infrastrutture dedicate alla ricarica. Anche Mercedes-Benz è al lavoro per dire la propria in questo scenario dalle enormi potenzialità.

Il gruppo, oltre a investire sulle quattro ruote, è al lavoro anche per offrire una soluzione dedicata allo storage dell’energia all’interno delle abitazioni, dunque in ambito residenziale. La tecnologia è quella sviluppata dalla divisione Mercedes-Benz Energy e prodotta da ACCUmotive, sussidiaria controllata da Daimler. Le batterie sono progettate in un impianto situato nella città tedesca di Kamenz, dove oltre 100 esperti hanno messo a punto moduli basati sugli ioni di litio in grado di immagazzinare l’energia prodotta da pannelli fotovoltaici o da altre fonti rinnovabili, per servirla poi all’utenza domestica quando necessario.

Ogni modulo ha una capacità pari a 2,5 kWh e nella versione più grande ne sono contenuti otto, per uno storage che arriva complessivamente a 20 kWh. Il sistema è lo stesso già impiegato a bordo dei veicoli elettrici e ibridi di Mercedes-Benz fin dal 2012, dunque ben collaudato.

Le batterie sono commercializzate in un primo momento in Germania, negli Stati Uniti, in Sudafrica, nel Regno Unito e nella regione del Benelux (Belgio, Olanda e Lussemburgo). Si tratta in definitiva di una soluzione equiparabile a quella offerta da Tesla con il suo Powerwall. Nessuna informazione sui prezzi di acquisto e installazione, anche se il gruppo assicura che l’ottimizzazione dei moduli (garantiti per dieci anni) e la loro efficienza consente di ammortizzarne la spesa in un tempo ragionevole, soprattutto se impiegati in accoppiata con un impianto fotovoltaico per la produzione di energia pulita dal sole.

Ti potrebbe interessare