QR code per la pagina originale

Come funziona il mini player di YouTube

Grazie a una nuova icona sul sito, si può navigare tra i video senza fermare quello in esecuzione.

,

Una novità che gli utenti Android, almeno in parte, conoscono già e che finalmente entra anche nei computer desktop. Google ha aggiunto un’icona in più al player classico di Youtube.com che permette di aprire un mini lettore, posizionato di default in basso a destra, che continua a riprodurre il filmato in esecuzione, mentre si naviga tra le pagine del sito.

L’opzione va ad aggiungersi alla Modalità Cinema e allo Schermo Intero quale ulteriore opportunità di beneficiare di video, ma soprattutto musica, spendendo più tempo tra l’enorme catalogo della piattaforma. Ad esempio, mettendo in Play una lista, ci si assicura che la visualizzazione vada avanti senza interruzioni, pur visitando altri contenuti anche se, al click su un altro filmato, il mini player si chiude in automatico e lascia spazio alla finestra principale. Insomma, una sorta di picture-in-picture comoda che, non è detto, non possa trovare maggiore applicazione all’interno del più vasto ecosistema di Google, magari durante la navigazione su Chrome, tramite una condivisione delle API di sviluppo.

Anche perché di per sé, l’interfaccia è piuttosto limitata quando la si confronta con quella normale. Anche se si può mettere in pausa, riprodurre e caricare il video successivo, manca le opzioni per silenziare o riattivare il volume, mostrare i sottotitoli e le didascalie. Inoltre,  il miniplayer non offre opzioni di ridimensionamento dei video o si spostamento in altri angoli della pagina.

La buona notizia è che la novità è abilitata per  i principali browser in commercio e sui vari sistemi operativi. Il rilascio è avvenuto globalmente a partire dalla notte italiana dunque il tastino dovrebbe apparire a tutti. Opera ha una funzione simile, chiamata Video Popout, che estende la fruizione dei filmati di YouTube (e non solo quelli) anche al di fuori della tab, in modalità background, anche si tratta di un’aggiunta non ufficialmente supportata da Google.