QR code per la pagina originale

5G: tanti vantaggi ma non subito

La seconda metà del 2019 vedrà il 5G protagonista in Italia ma per poterne sfruttare i vantaggi sarà necessario aspettare ancora un po' di tempo.

,

Si fa un gran parlare del 5G che presto sarà lanciato anche in Italia. Vodafone, per esempio, ha già ufficiosamente confermato che i primi servizi saranno lanciati in Italia nel corso della prossima estate. Facile immaginare che TIM e Wind Tre seguano a ruota o che addirittura arrivino un po’ prima. Il dato che appare chiaro è che la seconda parte del 2019 vedrà il debutto delle reti di quinta generazione in Italia. Inizialmente la disponibilità delle nuove reti sarà limitata ad una manciata di città ma progressivamente gli operatori porteranno il 5G in molte più zone del Paese. Il 2020 dovrebbe caratterizzarsi proprio per il boom di queste reti e per una loro rapida diffusione sul territorio italiano.

Debutto 5G, che fine farà il 4G?

La domanda che molti si fanno adesso è se di colpo i dispositivi 4G in proprio possesso diventeranno di colpo obsoleti non potendo accedere alle reti di quinta generazione. La risposta è no, il 4G, soprattutto nelle sue declinazioni più recenti (4.5G), potrà dire la sua ancora per molto tempo.

Il 5G, infatti, è uno standard che porterà vantaggi più in ambito business che sul lato consumer. Inoltre, all’inizio le prime applicazioni pratiche che permetteranno di sfruttare il 5G saranno limitate. Le nuove reti permetteranno di abilitare una serie di servizi di valore aggiunto oggi impossibili da gestire con le attuali reti 4G. Grazie alle peculiarità del 5G quali velocità e latenza ridotta, sarà possibile creare servizi avanzati per settori come la sorveglianza, le smart city, le auto connesse, la sicurezza, la medicina ed altro. Ma ci vorrà, comunque, del tempo.

Anche in ambito consumer ci saranno ovviamente vantaggi rispetto al 4G ma meno evidenti, almeno all’inizio, cioè sino a che non arriveranno servizi creati ad hoc. All’inizio sarà principalmente possibile disporre di una maggiore velocità di rete. Gli operatori hanno già mostrato alcune soluzioni consumer che potrebbero essere lanciate nel prossimo futuro, legate soprattutto all’intrattenimento e alla realtà virtuale.

Il 5G potrebbe poi essere un’interessante soluzione per i servizi di streaming dei giochi che Google e Microsoft lanceranno a breve. Piattaforme che richiedono banda e latenza ridotta se si vuole giocare in mobilità su di uno smartphone e tablet pc.

Il 5G in ambito consumer potrebbe diventare anche un’alternativa interessante per offrire connettività a banda ultralarga in quelle città dove la fibra ottica non è disponibile. Fastweb ha già effettuato test positivi in tal senso.

Il 5G ha quindi le carte in regola per rivoluzionare il settore delle TLC ma questa rivoluzione richiederà tempo. Nel frattempo si potranno tranquillamente utilizzare le tecnologie di rete attuali che offrono comunque prestazioni molto elevate.

Niente fretta, quindi, il 5G dovrà ancora percorrere una lunga strada prima di poter esprimere tutte le sue potenzialità. Nel frattempo anche i produttori di hardware potranno affinare i loro prodotti per consentire di sfruttare al massimo queste nuove reti di quinta generazione.