QR code per la pagina originale

Apple Watch: presto un Touch ID in-screen?

Apple brevetta un lettore Touch ID all'interno dello schermo di Apple Watch: un modo per rendere più indipendente il dispositivo da iPhone?

,

Apple potrebbe presto includere un lettore di impronte digitali in Apple Watch, forse allo scopo di renderlo sempre più indipendente da iPhone. È quanto rivela uno degli ultimi brevetti accordati alla società di Cupertino, con cui viene rivelata la possibilità di includere un lettore Touch ID nel display del dispositivo. Al momento, però, dalle parti di Apple Park non giungono precise conferme.

Il brevetto in questione, come di consuetudine scovato da Patently Apple, sembra essere un’estensione di quello di cui si è parlato la scorsa settimana, relativo all’introduzione di circuiti extra nei cinturini di Apple Watch per ampliarne le funzioni, come nuove antenne di comunicazione.

Secondo quanto rivelato dalla registrazione, sottoposta all’U.S. Patent and Trademark Office, Apple starebbe cercando di inserire un lettore Touch ID direttamente nello schermo di Apple Watch, quindi adottando una soluzione completamente in-screen. Non si tratta di una vera novità per il mercato dei device, considerando come diversi smartphone Android già includano questa possibilità, tuttavia potrebbe essere un tentativo interessante per gli smartwatch.

La possibilità di autenticarsi con sensori biometrici su Apple Watch, infatti, potrebbe rendere sempre meno necessario abbinare lo smartwatch a un iPhone, per un dispositivo destinato a diventare sempre più standalone.

Non è però tutto, poiché il brevetto in questione illustra anche la presenza di schermi dalle dimensioni più generose rispetto alle versioni attualmente in commercio, senza la necessità di prevedere delle casse più grandi: il tutto riducendo ulteriormente le cornici attorno al display.

Al momento, non è facile prevedere quando un Apple Watch con Touch ID farà la sua apparizione sul mercato, di certo non prima del settembre 2020. È infatti necessario ricordare come Apple sia solita registrare un gran numero di brevetti durante l’anno, molti dei quali non vengono però tradotti in dispositivi reali. Non resta che attendere, quindi, eventuali nuove indiscrezioni dalle parti di Cupertino.