QR code per la pagina originale

MacBook Pro 13: nuova tastiera nel 2020

Apple potrebbe promuovere anche il MacBook Pro da 13 pollici alla rinnovata tastiera inclusa sul 13, con un nuovo laptop in arrivo entro la metà del 2020.

,

Anche il futuro MacBook Pro da 13 pollici verrà promosso alla rinnovata tastiera Apple, inclusa dall’azienda nel recentissimo MacBook Pro da 16 pollici. La notizia non giunge direttamente dal gruppo di Cupertino, tuttavia DigiTimes ha raccolto alcune informazioni provenienti dai distretti asiatici partner della società californiana. Il nuovo laptop dovrebbe giungere nella prima metà del 2020.

Così come già ampiamente noto, Apple ha deciso di eliminare la tastiera con meccanismo “a farfalla” dal suo MacBook Pro da 16 pollici, dati i problemi riscontrati negli ultimi anni con questa progettazione. Gli utenti hanno apprezzato il ritorno a una meccanica simile a quella in uso fino al 2015, nota per la sua stabilità e la comodità di utilizzo, e per questa ragione il gruppo californiano starebbe pensando di fare altrettanto con gli altri modelli della linea.

Secondo quanto riferito da DigiTimes, Apple potrebbe lanciare un rinnovato MacBook Pro da 13.3 pollici – adottando lo stesso schermo con cornici ridotte dell’edizione da 16, però, Apple potrebbe raggiungere facilmente i 14 – e avrebbe già incaricato Wistron e Global Lightning Technologies di realizzare le rinnovate tastiere, basate su un meccanismo “a forbici”.

Potrebbe trattarsi di un passo molto importante per Cupertino, considerando come i suoi laptop da 13 pollici – sia MacBook Air e MacBook Pro – siano i più gettonati dagli utenti, data l’enorme versatilità e la leggerezza di trasporto. Non è dato sapere, invece, se questi modelli incorporeranno la nuova Touch Bar con Touch ID e tasto ESC separati, così come sul modello da 16 pollici.

Sebbene al momento non vi siano precise indiscrezioni in merito, non si può escludere che il ritorno alla vecchia struttura per le tastiere possa includere anche MacBook Air, quando giungerà il momento di un upgrade delle sue prestazioni. Non resta che attendere, di conseguenza, eventuali conferme dalle parti di Apple Park.