QR code per la pagina originale

MacBook Pro 16 e iPad Pro: nel 2020 con mini-LED

Apple potrebbe introdurre la tecnologia mini-LED negli iPad Pro in arrivo nel 2020, così come nella nuova versione di MacBook Pro da 16 pollici.

,

Apple sta pensando a un rinnovamento per due dei suoi prodotti di punta, uno dei quali particolarmente recente: iPad Pro e il nuovo MacBook Pro da 16 pollici. Secondo quanto riferito da Ming-Chi Kuo, analista solitamente molto affidabile sul conto della mela morsicata, il gruppo di Cupertino starebbe pensando di introdurre la tecnologia mini-LED in questi device. Al momento, però, dalle parti di Apple Park non giunge alcuna precisa conferma in merito.

Apple lavora sulla tecnologia mini-LED ormai da tempo, poiché considerata addirittura più versatile rispetto agli attuali OLED. Oltre a un costo inferiore, infatti, permetterebbe di garantire una perfetta resa del colore, unita a un ridottissimo consumo della batteria. Dopo diversi mesi di test, la società sarebbe ora pronta all’introduzione sui nuovi iPad Pro e sulla rinnovata versione dei MacBook Pro da 16 pollici, in arrivo nel 2020.

Secondo quanto reso noto dall’analista, LG Display e GIS riceveranno la maggior parte degli ordini da Apple per la produzione di questi pannelli. In particolare, ogni schermo potrebbe essere dotato di 10.000 LED, rispetto ai 576 oggi in uso su display professionali come il Pro Display XDR, ognuno dei quali di circa 200 micron di dimensione.

Così come suggerisce Kuo, i primi dispositivi a beneficiarne saranno quelli dagli schermi più grandi: il già citato MacBook Pro da 16 pollici, il laptop dal pannello più generoso dell’intera linea dei MacBook, e iPad Pro da 12.9 pollici. È però possibile che, tra il 2020 e il 2021, la stessa tecnologia possa fare la sua apparizione su tutti gli altri device high-end del gruppo. Fatta forse eccezione per iPhone, dove gli OLED rimangono probabilmente preferiti, date anche le dimensioni abbastanza ridotte degli stessi schermi. Non resta che attende, di conseguenza, eventuali conferme o smentite dalle parti di Apple Park.