QR code per la pagina originale

Guida: i migliori auricolari true wireless

Una vetrina delle migliori cuffie TWS acquistabili in questo periodo, per gli spostamenti cittadini o per lo sport.

,

Dopo aver esaminato gli speaker Bluetooth portatili, esaminiamo adesso cosa offre il panorama degli auricolari true wireless divenuti ormai, dopo la diffusione delle Apple Airpods, lo standard per molti utenti che ascoltano regolarmente musica da smartphone ma che vogliono anche fare chiamate telefoniche. Come già per l’altra vetrina, tutti i modelli sono stati testati e approvati da noi, e saranno elencati in ordine alfabetico; inoltre abbiamo volutamente lasciato fuori le Airpods che, a nostro giudizio, fanno gara a sé.

Gli auricolari sono sia di tipo in-ear, con cuscinetto da inserire nell’orecchio per garantire un maggiore isolamento dall’ambiente esterno, sia di tipo semi-in-ear, con le ormai tipiche asticelle esterne. Vediamo quindi quelle che abbiamo reputato le migliori 10, più tre bonus che vale la pena segnalare sebbene non siano ancora disponibili.

Anker Soundcore Liberty 2 Pro

Ormai lo abbiamo detto in molte occasioni, Anker riesce sempre a proporre accessori di ottima qualità ad un prezzo assolutamente concorrenziale. E anche con queste nuove cuffiette Soundcore Liberty 2 Pro è riuscita a cogliere nuovamente nel segno: sebbene non siano fra i più piccoli e leggeri, i nuovi auricolari TWS di Anker riescono a produrre una qualità sonora decisamente di alto livello ed una buona riduzione dei rumori ambientali. L’app Soundcore permette poi di eseguire un breve test dell’udito per creare la propria HearID e personalizzare l’equalizzazione del suono. Buona l’autonomia, pari a circa 8 ore più altre 24 ore circa con la carica del case, che possiede sia una porta USB-C che la funzione di ricarica wireless. Un prodotto completo al prezzo consigliato di €149.

Acquista su Amazon:

Anker Soundcore Liberty 2 Pro

Cambridge Audio Melomania 1

Prodotte da un marchio storico inglese, le Melomania 1 sono le prime cuffiette true wireless di Cambridge Audio che puntano sulla qualità audio e sul sound che contraddistingue l’azienda fin dagli anni 60. Piccole e leggere, con design a bottone, rimangono ben ferme all’orecchio e riescono a garantire una buona riduzione dei rumori esterni, sia durante l’ascolto della musica che in chiamata. Anche l’autonomia è decisamente soddisfacente: 9 ore con una carica degli auricolari più altre 36 ore con la custodia, che si ricarica con cavo microUSB. Il prezzo di vendita è di €99.

Acquista su Amazon:

Cambridge Audio Melomania 1

Huawei FreeBuds 3

I più recenti auricolari proposti da Huawei presentano una caratteristica probabilmente unico nel panorama degli auricolari TWS, ovvero un piccolo sensore in grado di percepire le vibrazioni degli ossicini dell’orecchio e di migliorare di conseguenza la voce rispetto ai rumori ambientali. Grazie a questa tecnica di conduzione ossea i nostri interlocutori possono sentirci meglio anche quando parliamo in ambienti particolarmente rumorosi. Per il resto le FreeBuds 3 presentano il classico design con asticelle, riduzione del rumore leggermente al di sotto delle aspettative, 4 ore di autonomia che arrivano a 20 con la custodia, porta USB-C e ricarica wireless. Il prezzo di vendita è di €179.

Acquista su Amazon:

Huawei FreeBuds 3

Jabra Elite Active 75t

Quando si parla di auricolari Bluetooth non possiamo non pensare a Jabra, azienda pioniera che opera nel settore addirittura dagli anni 90. Negli anni gli auricolari Jabra sono stati fra i più apprezzati da utenti e addetti ai lavori, e gli ultimi Elite Active 75t non sono da meno: leggeri e ben fissi all’orecchio anche per chi fa sport, impermeabilità totale IP57, ottima qualità sonora e buona riduzione del volume, che si può personalizzare per permettere ad una parte dei rumori ambientali di passare, ed evitare ad esempio incidenti se siamo in bicicletta o in scooter; presente anche un generatore di rumore bianco o di suoni della natura – configurabile via app – per i momenti in cui è richiesta una maggiore concentrazione, come durante lo studio. Ottima l’autonomia, di circa 7 ore più altre 21 ore con la custodia dotata di USB-C, e buona la possibilità di collegare contemporaneamente due smartphone e rispondere al ricevimento di una chiamata dall’uno o dall’altro. Altra caratteristica che le differenzia dal resto è l’integrazione con Alexa. Il prezzo di vendita non è fra i più bassi, ma è sicuramente proporzionato alla qualità offerta e pari a €199.

Acquista su Amazon:

Jabra Elite Active 75t

JBL Tune 220

JBL è stata fra le prime a lanciare auricolari TWS, ricordiamo i Free del 2017, e negli ultimi anni ha portato sul mercato diverse soluzioni, tutte caratterizzate dal distintivo JBL Signature Sound. Qui abbiamo scelto di presentare le più recenti JBL Tune 220, con asticelle e pulsante fisico anziché touch, driver da 12mm, 3 ore di autonomia più 17 dalla custodia. Peccato per l’assenza dei controlli del volume da auricolare e per il connettore di ricarica che è un ‘vecchio’ microUSB, ma la qualità audio sia in chiamata che in ascolto sono fra le migliori, mentre il prezzo di vendita è di €99.

Acquista su Amazon:

JBL Tune 220

Oppo Enco Free

Oppo è un nome nuovo in Europa per gli accessori audio, ma con la crescente popolarità dei suoi smartphone non potevano mancare anche dei prodotti che li accompagnassero. Fra questi le Enco Free, prime cuffie true wireless del produttore cinese, che integrano uno fra i driver di maggiori dimensioni sul mercato (13,4mm) e riescono a garantire un’autonomia di circa 5 ore, che arrivano a circa 20 ore con la custodia. I comandi touch sull’asticella comprendono i controlli del volume con uno slide verso l’alto o verso il basso, e la custodia compatta e leggera è facile da portare sempre nel taschino. Ottima poi la qualità dell’audio, sia in chiamata che per l’ascolto della musica. Le Oppo Enco Free saranno disponibili nelle prossime settimane al prezzo di €129.

Plantronics BackBeat Pro 5100

Marchio storico per la comunicazione senza fili, sia in ambito professionale che consumer, Plantronics (oggi Poly) ha recentemente lanciato i suoi primi auricolari true wireless inserendoli all’interno della fortunata famiglia BackBeat. Le BackBeat Pro 5100 garantiscono un’ottima qualità sonora, grazie al diffusore da 5,8mm e alla cancellazione dei rumori, e 7 ore di autonomia, che salgono a 20 considerando la carica del case. Comodi e leggeri, richiedono purtroppo un cavo microUSB anziché il più recente USB-C. Il prezzo consigliato è di €179.

Acquista su Amazon:

Plantronics BackBeat Pro 5100

realme Buds Air

Lanciate lo scorso dicembre in India, le realme Buds Air sono in arrivo anche in Europa contestualmente al lancio del primo smartphone 5G della casa cinese, ma abbiamo avuto la possibilità di provarle in anteprima. Con un design minimale ed una custodia dalle dimensioni contenute, al loro interno hanno un driver da 12mm in grado di produrre un sound di qualità molto buona, e comandi touch che purtroppo non consentono di modificare il volume. L’autonomia è di circa 3 ore, a cui si aggiungono altre 17 ore contando la batteria del case. Presente poi la ricarica wireless della custodia, oltre al connettore USB-C. Il prezzo di vendita per i mercati europei è di €69.

Samsung Galaxy Buds+

Annunciate solo pochi giorni fa insieme agli smartphone della serie S20, le Galaxy Buds+ sono le nuove cuffie TWS di Samsung che vanno a migliorare praticamente tutti gli aspetti del modello visto lo scorso anno: dalla qualità musicale, che presenta due driver distinti per ogni auricolare ed una migliore equalizzazione – sempre firmata AKG – alla riduzione del rumore che guadagna un terzo microfono. Cresce notevolmente anche l’autonomia, che arriva addirittura fino a 11 ore a cui se ne aggiungono ulteriori 11 con la custodia, che supporta la ricarica rapida wireless e USB-C. Fra i comandi touch troviamo poi una integrazione con Spotify, mentre il prezzo di listino è di €169.

Acquista su Amazon:

Samsung Galaxy Buds+

Sony WF-1000XM3

Da un’azienda del calibro di Sony possiamo solo aspettarci l’eccellenza, ed in effetti dobbiamo dire che gli auricolari WF-1000XM3 sono una spanna sopra tutti gli altri sia come qualità audio, sia per l’accuratezza della cancellazione attiva del rumore, sia per le caratteristiche. Fra queste ultime abbiamo l’NFC per l’abbinamento rapido ad uno smartphone, il controllo adattivo della cancellazione in base all’attività ed il supporto al 360 Reality Audio con ottimizzazione alla forma dell’orecchio. Troviamo poi una integrazione profonda dell’Assistente Google che non si limita al semplice richiamo ma anche alla lettura delle notifiche ricevute, e la possibilità di impostare Alexa come assistente predefinito. I comandi touch sono personalizzabili tramite app, e l’autonomia è di 8 ore che arrivano a 24 con la custodia, che si ricarica via USB-C. Con tutte queste qualità non c’è da stupirsi che il prezzo di listino sia di €249, ma è stato recentemente riposizionato ed oggi è possibile acquistare questi auricolari Sony per €189.

Acquista su Amazon:

Sony WF-1000XM3

Bonus – coming soon:

Amazon Echo Buds

Annunciate durante l’evento hardware dello scorso settembre e già in vendita negli Stati Uniti, le Echo Buds sono i primi auricolari firmati Amazon e che offrono una integrazione con Alexa oltre ad un algoritmo di cancellazione del rumore sviluppato in collaborazione con Bose. Al momento non abbiamo informazioni sulla loro commercializzazione nel nostro paese, ma ci aspettiamo di ricevere maggiori dettagli nei prossimi mesi. Stando al prezzo attuale americano, in Europa non dovrebbero superare di molto i 100 euro.

Google Pixel Buds

Al momento non conosciamo molte informazioni sulle Pixel Buds, annunciate da Google in occasione del lancio dei Pixel 4 ma che arriveranno probabilmente con il prossimo Google I/O nel mese di maggio. Fra le caratteristiche principali una integrazione superiore con l’Assistente Google e la possibilità di eseguire traduzioni simultanee con Google Traduttore. Il prezzo dovrebbe essere di €179, ma attendiamo ulteriori informazioni nei prossimi mesi.

Microsoft Surface EarBuds

Anche le Surface Earbuds sono state presentate da Microsoft durante l’evento Surface dello scorso ottobre, ma la commercializzazione inizialmente prevista in America per le feste natalizie è stata rinviata alla prossima primavera. Fra le caratteristiche principali troviamo l’integrazione con Office 365 e la capacità di effettuare traduzioni simultanee, mentre a differenza di tutti gli auricolari esaminati non troviamo il Bluetooth 5.0 ma piuttosto la più vecchia versione 4.2. Non abbiamo informazioni sull’arrivo in Italia, ma il prezzo di vendita per gli Stati Uniti è piuttosto alto e pari a $249.