QR code per la pagina originale

Samsung da record, ma vende pochi Galaxy S4

La nuova trimestrale Samsung è da record, grazie alle ottime vendite degli smartphone Android economici. Il Galaxy S4 vende però meno del previsto.

,

Samsung ha appena pubblicato i nuovi dati finanziari relativi allo scorso trimestre, da cui si evince un ottimo aumento di profitti operativi conseguiti dalla nota azienda. È un trimestre ancora da record ma ciò è stato reso possibile dalle ingenti vendite degli smartphone di fascia bassa, mentre il Galaxy S4 ha venduto meno del previsto. Inoltre, gli analisti di mercato si dichiarano preoccupati per le capacità dell’azienda di superare in futuro una sempre più agguerrita concorrenza.

I profitti operativi della casa sudcoreana per lo scorso trimestre (che va da luglio a settembre) sono stati pari a circa 9,56 miliardi di dollari, in crescita del 7% rispetto ai tre mesi precedenti e di un enorme 26% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. Samsung ha inoltre annunciato ricavi totali pari a circa 55,59 miliardi di dollari ed entrambi i dati rappresentano nuovi record per la compagnia.

La più grande fonte di guadagno proviene dalla divisione IT e mobile di Samsung, che ha generato profitti pari a 6,3 miliardi di dollari; vale la pena notare che tale crescita viene principalmente attribuita al successo dei telefoni economici del produttore, che offre al pubblico una davvero ampia gamma di smartphone Android di fascia bassa, che hanno bilanciato l’indebolimento delle vendite nel segmento di fascia alta. La vera domanda da porsi riguarda infatti queste ultime vendite, soprattutto quelle relative al Galaxy S4.

Il CEO di Samsung JK Shin ha recentemente reso noto che il Galaxy S4 ha raggiunto le 40 milioni di unità distribuite a livello globale in sei mesi dal lancio, e il report finanziario odierno indica che la compagnia ha registrato un aumento delle vendite totali di tutti i suoi smartphone pari al 10%: v’è da notare che, riguardo il Galaxy S4, nei primi due mesi dal debutto ne erano state vendute 20 milioni di unità, dopo quattro mesi invece altre 10 milioni di unità, mentre nel mese di agosto il conto si è fermato a 5 milioni. C’è dunque un indebolimento della domanda per il device top di gamma.

Nonostante l’incremento delle vendite, la divisione IT e mobile di Samsung ha aumentato le proprie entrate solo del 3% e tale fattore, unito a una crescente preoccupazione per la redditività del gruppo nel segmento di fascia alta, ha portato diversi analisti a chiedersi del futuro di Samsung. Kim Sung-soo di LS Asset Management ha ad esempio dichiarato all’agenzia Reuters che «Samsung ha fatto bene, dopo aver rapidamente raggiunto Apple nel mercato degli smartphone. Però mi chiedo se sarebbe in grado di fare meglio. Come Nokia, potrebbe arrivare al culmine della propria quota di mercato […]. Samsung avrà bisogno di ampliare il suo raggio d’azione».

La serie Galaxy S è finora infatti riuscita a ottenere un successo tale da rendere la compagnia una leader del mercato, ma in futuro vi sarà un sempre crescente bisogno di creare nuovi prodotti, che possano innovare. E in effetti Samsung ci sta già provando: ha appena lanciato lo smartwatch Galaxy Gear e da poco presentato il Galaxy Round, il primo smartphone al mondo con un display curvo.

Galleria di immagini: Samsung Galaxy S4, le foto