QR code per la pagina originale

I dieci più grandi fallimenti di Apple

,

Sebbene Apple risulti l’azienda più ammirata per Fortune, questo non vuol dire che non sia mai incorsa in un flop.

A tal proposito Forbes ha pubblicato un articolo in cui parla proprio dei maggiori fallimenti di Apple, nel corso della sua attività.

Tra i prodotti più criticati da Forbes troviamo la console di gioco Pippin, il Newton (che secondo Forbes, per quanto innovativo, era dotato di un sistema di riconoscimento della scrittura alquanto impreciso) e Apple TV (di recente bollata dallo stesso Steve Jobs come un “hobby”).

Quali sono gli altri prodotti ritenuti un flop da Forbes? Eccoli:

  • Apple Lisa: per quanto innovativo, 10.000$ erano decisamente troppi per acquistarlo;
  • Macintosh Portable: a vederlo non si direbbe certo che è un portatile… eppure è l’antenato del PowerBook;
  • Taligent: un sistema operativo, il cui nome derivava dalla combinazione delle parole “Talent” e “Inteligence”… ma non venne mai alla luce;
  • QuickTake: una delle prime macchine fotografiche digitali, prodotta in partnership con Fujifilm; perché è stata un fallimento? Probabilmente perché, per 750$ offriva una memoria in grado di ospitare 8 foto da 0,3 Mpx, senza focus ed era solo Mac-compatibile;
  • Macintosh TV: un computer il cui schermo poteva funzionare anche da TV… peccato che fosse dotato di un processore nettamente più lento rispetto ai PC;
  • Motorola RockR: il primo approccio di Apple al mondo della telefonia cellulare… un’altra partnership fallimentare;
  • G4 Cube: un caposaldo della storia del design, ma la sua vita durò appena un anno… ancora una volta, il fatto che per averlo si dovessero spendere 200$ in più di un G4 equivalente, non piacque agli utenti.

Sembra che la causa principale dei fallimenti di Apple sia stato il prezzo attribuito ai (seppure indubbiamente innovativi) prodotti; i lettori di Webnews cosa ne pensano? Ci sono stati flop più eclatanti di quelli segnalati da Forbes?