QR code per la pagina originale

OnePlus 7 Pro, schermo HDR10+ e storage UFS 3.0

La nuova serie OnePlus 7 avrà storage di tipo UFS 3.0, quindi offrirà prestazioni migliori in lettura e scrittura rispetto agli altri top di gamma.

,

Il produttore cinese ha confermato un’altra caratteristica della serie OnePlus 7 che verrà annunciata durante l’evento del 14 maggio. Entrambi i modelli integreranno moduli di memoria flash UFS 3.0, quindi offriranno velocità in lettura e scrittura decisamente più elevate rispetto agli altri smartphone sul mercato. Il OnePlus 7 Pro avrà inoltre uno schermo HDR10+. I due dispositivi non avranno invece le certificazioni IP67/68.

Tutti i top di gamma, inclusi i recenti Samsung Galaxy S10 e Huawei P30, hanno storage di tipo UFS 2.1. Sono aumentate le dimensioni fino a 1 TB, ma non le prestazioni. Samsung ha comunicato l’avvio della produzione di massa dei chip NAND compatibili con lo standard UFS 3.0, indicando anche i miglioramenti ottenuti. Il primo smartphone con memoria flash UFS 3.0 doveva essere il Galaxy Fold, ma il suo lancio sul mercato è stato posticipato.

Pete Lau, CEO di OnePlus, ha confermato che i nuovi smartphone integreranno la memoria flash UFS 3.0. Ciò significa che OnePlus 7 e 7 Pro saranno i dispositivi mobile più veloci sul mercato. Non si conosce però il produttore che fornirà i chip all’azienda cinese.

In termini pratici significa una maggiore velocità nell’avvio delle app più pesanti (ad esempio i giochi) e nel salvataggio degli scatti fotografici di grandi dimensioni. Il CEO ha inoltre confermato che lo schermo AMOLED del OnePlus 7 Pro ha ricevuto la certificazione HDR10+. Altra caratteristica nota è il refresh rate a 90 Hz. Il display ha già ottenuto un importante riconoscimento dagli esperti di DisplayMate.

Il modello Pro avrà tre fotocamere posteriori, uno delle quali con zoom ottico 3x, e una fotocamera frontale pop-up. Gli utenti potranno inoltre acquistare una versione 5G. La nuova serie avrà però anche qualche “difetto”. Oltre alla ricarica wireless mancherà anche la certificazione IP67/68. OnePlus ha pubblicato un video che è stato mal interpretato.

Lo smartphone viene buttato in un secchio di acqua, ma si può leggere la frase “Water resistant ratings for phones cost you money“. Il produttore cinese specifica quindi che le certificazioni costano troppo. Il co-fondatore Carl Pei ha chiarito che i miglioramenti apportati al design della serie OnePlus 7 consentono di avere una resistenza all’acqua, ma la garanzia non coprirà eventuali danni.