QR code per la pagina originale

iPhone 11 Pro: l'evoluzione della serie

Fotocamere eccellenti, maggiore durata della batteria, audio e display migliorati: il primo iPhone a chiamarsi Pro vale l prezzo dell'aggiornamento?

A partire da

€ 1.189

In offerta su Amazon

€ 1.169

Giudizi
  • Caratteristiche9,6
  • Design9,3
  • Prestazioni9,2
  • Qualità prezzo9
Pro

Qualità delle foto e dei video, funzionalità fotografiche, durata della batteria

Contro

Mancanza versione 128GB

Di , 9 Ottobre 2019

Delle due parti in cui è diviso il cielo degli smartphone, chi vi scrive è sempre stato dalla parte di Cupertino. Dalla parte di chi invia messaggi (quasi) sempre con iMessage, salva le foto su iCloud, naviga il Web con Safari. Ogni anno, a fine settembre, all’arrivo della nuova versione di iPhone, la domanda che ci si pone è se sia arrivato o no il momento di cambiare. Passare all’altra metà del cielo non è mai stata un’opzione considerata. Il dubbio è uno solo: comprare o no la nuova versione dell’iPhone.

Condizione, crediamo, in cui si trovano molti dei nostri lettori. Nei giorni in cui abbiamo provato l’iPhone 11 Pro (oggetto di questa analisi) abbiamo incontrato decine di fedeli “iphoner”: mai come oggi il dubbio fa capolino nelle discussioni. I modelli Apple in circolazione, complice la maturità del mercato (che non cresce dal 2016), la qualità dei software e l’hardware più attento ai consumi, sono distribuiti su uno spettro di versioni amplissimo: non solo iPhone 7 e 8, ma perfino un iPhone 6S (2015) oggi potrebbe soddisfare l’uso quotidiano.

Questa recensione prenderà dunque una piega insolita. Gli affezionati di mAh, octa core e specifiche tecniche (a nostro parere sempre meno utili per capire il reale valore di uno smartphone), troveranno tutti dettagli delle nuove versioni nella tabella comparativa a fondo articolo e sul nostro speciale iPhone 11 e iPhone 11 Pro. Qui di seguito capiremo, per noi per primi, se le novità del nuovo modello di punta di Apple valgano davvero il costo, non certo contenuto, di un aggiornamento.

La diciottesima versione

La diciottesima declinazione dello smartphone di Cupertino ha lo stesso design inaugurato tre anni fa dall’iPhone X ed è disponibile in due versioni. iPhone 11 Pro ha tre fotocamere posteriori, un display OLED, una superficie posteriore in vetro opaco con cornice in acciaio lucido; iPhone 11 Pro Max è la versione del Pro, ma con uno schermo da 6,5 pollici.

Il giusto prezzo. Vale la pena, per prima cosa, delimitare il perimetro del costo del’upgrade. Il prezzo base dell’iPhone 11 Pro è 1.189 €, quello dell’iPhone Pro Max è 1.289 € per un telefono con 64 GB di memoria. Chi avesse in programma di scattare e conservare molte foto o registrare video in 4K, sarà quasi obbligato a salire di un grado e affrontare la spesa di 1.359 o 1.459 € per la versione da 256 GB. Chi avesse un altro smartphone (o un altro dispositivo Apple) da permutare potrebbe sfruttare il programma Trade In e sottrarre così dal conto finale una cifra che va da 60 € (per un vecchio iPhone 6 in ottimo stato) a 500 € (iPhone Xs Max).

Design e materiali. Il design, come detto, è praticamente lo stesso dell’iPhone X, ma tra le mani iPhone 11 Pro regala sensazioni diverse. La versione Pro ha un rivestimento posteriore di vetro satinato: è piacevole al tatto, dà maggiore senso di compattezza e rende la presa più sicura rispetto al vetro levigato e lucido degli altri iPhone. La lucidatura è invece presente nell’area quadrata che racchiude le tre camere che, sia detto, non è così brutta come appare dalle foto e ben presto ci si farà l’occhio, se non addirittura comincerà a piacere. Oltre che più bello, il guscio posteriore dell’iPhone 11 Pro è anche più resistente, non attrae impronte e non si graffia facilmente.

Il peso, soprattutto per chi viene dalle versioni 6, 7 e 8, si fa sentire: iPhone 11 Pro pesa 188 grammi (iPhone 6s pesava 143g; iPhone 7 138g; iPhone 8 148g; iPhone X 174g; iPhone XR 194g; iPhone XS 177g).

Fotocamera. Le fotocamere dell’iPhone Pro sono tre, dall’ottica eccellente e permettono, in combinazione con il software che le gestisce, di raggiungere risultati eccezionali in termini di resa dei colori, bilanciamento delle luci, fedeltà cromatica, dettaglio.

Alla fotocamera principale (26 mm, ƒ/1,8) e al teleobiettivo (52 mm, ƒ/2,0) ereditate – e migliorate – dai due smartphone precedenti, Apple ha aggiunto un grandangolo (“ultra-grandangolo”) da 13mm (ƒ/2,4) con un ampio angolo di campo (120 gradi). I sensori di tutte le camere sono da 12 megapixel. Oltre l’ottica, è stato migliorato lo Smart HDR, la tecnologia che applica algoritmi di intelligenza artificiale per comporre l’immagine partendo da più esposizioni diverse. Il risultato sono foto ottime in ogni condizione. A partire da quelle alla luce di una calda mattina autunnale:

a quelle con cui si vuole cogliere un dettaglio lontano usando lo zoom con l’ottica da 52 mm:

a quelle di un tardo tramonto:

Modalità Notte. Quando l’ambiente è scuro, iPhone 11 Pro (ma anche iPhone 11) attiva automaticamente la modalità Notte: l’icona simbolo della diventa gialla (punto 1 immagine qui sotto) e il telefono varia il tempo di scatto (2) che può essere manipolato a mano e arrivare, se la macchina è stabile su un supporto fisso, fino a 28 secondi.

I risultati sono ottimi, sia se in condizioni di poca o di pochissima luce. La differenza si apprezza soprattutto grazie al confronto con un dispositivo privo della modalità Notte, come il nostro “vecchio” iPhone X (foto a sinistra):

iPhone XiPhone 11 Pro

Anche la qualità dei colori e l’intensità della luce viene preservata con fedeltà:

iPhone XiPhone 11 Pro

La modalità Notte dà risultati eccellenti anche se in combinazione con uno zoom, come nella foto del palco scattata da una postazione lontana in platea:

iPhone XiPhone 11 Pro

La presenza di tre ottiche diverse permette una maggiore versatilità nella scelta delle inquadrature in base ai soggetti o alle situazioni. Qui sotto uno scatto eseguito nello stesso momento con le tre modalità (ultra-grandangolo, grandangolo, teleobiettivo).

Batteria. La batteria del nuovo iPhone dura di più. Nel nostro uso quotidiano abbiamo rilevato un miglioramento delle prestazioni che permette di arrivare ad un 15% di batteria residua laddove prima si arrivava a malapena al consumo completo. Nella scatola dell’iPhone Pro si troverà anche un nuovo alimentatore da 18W che permetterà di sfruttare la ricarica veloce (50% in 30 minuti) che gli iPhone supportano da iPhone 8/iPhone X.

Audio. Nota di merito anche al comparto audio che, tra le altre cose, acquisisce il supporto a Dolby Atmos e alla collocazione nello spazio del suono (spatial audio). Il suono dell’iPhone 11 Pro è sensibilmente più chiaro e più forte dei suoi predecessori e, a parità di livello di volume, si percepisce un timbro più intenso sia dei dialoghi, sia della musica.

Un comparto fotografico di eccellenza, una batteria che dura di più, un design più raffinato, altoparlanti dal suono più forte e chiaro. E, tra le novità che non abbiamo citato, un luminoso schermo OLED da 800 nit che, durante la riproduzione di film HDR, raggiunge i 1200 nit di luminanza (erano al massimo 634 nell’iPhone X) e un nuovo chip (A13 bionic) in cui Apple ha potenziato le capacità di elaborazione per machine learning e migliorato l’efficienza energetica.

Conclusioni

Sono novità che valgono la spesa di un aggiornamento? Di sicuro è consigliabile a chi ha un telefono precedente all’iPhone 6S perché per questi modelli Apple non garantisce più gli aggiornamenti di iOS.

Il design moderno senza cornici, lo schermo più ampio, il FaceID sono innovazioni che gli utenti dei vecchi iPhone 6S/SE/7/8 troverebbero più che apprezzabili.

Meno forti gli argomenti a favore di un cambio per chi possiede un iPhone della generazione X (iPhone X, Xs, XR): le performance di questi telefoni sono ancora più che buone, il design non è stato stravolto e non si registrano significative limitazioni delle funzionalità di iOS. In questo caso le nuove fotocamere sono dirimenti: chi cerca la foto perfetta, e questa è una certezza, dovrebbe correre subito a comprarlo.

Tabella comparativa ()

Specifiche iPhone 11 Pro iPhone 11 Huawei P30 Pixel 3 Galaxy Note 10 Samsung Galaxy S10 OnePlus 7 Pro
Display 5,8 pollici 6,1 pollici 6,1 pollici 5.5 pollici 6.4 pollici 6.1 pollici 6.7 pollici
Risoluzione 2436 x 1125 1792 x 828 1080 x 2340 2160 x 1080 2280 x 1080 3040 x 1440 3120 x 1440
Processore A13 Bionic A13 Bionic HiSilicon Kirin 980 Snapdragon 845 (2.5GHz and 1.6GHz, octa-core) Snapdragon 855 Snapdragon 855 Snapdragon 855
RAM 4 GB 4 GB 6 GB, 8 GB 4 GB 8 GB 8 GB 6 GB, 8 GB, 12 GB
Memoria 64 GB, 256 GB, 512 GB 64 GB, 128 GB, 256 GB 64 GB, 128 GB, 256 GB 64 GB, 128 GB 256 GB 128, 512 GB 128 GB, 256 GB
Camera posteriore 12 MP (standard, grandangolo e teleobiettivo) 12 MP (standard e grandangolo) 40 MP (standard), 16 MP (grandangolo), 8 MP (teleobiettivo) 12MP 12 MP (teleobiettivo), 16 MP (grandangolo), 12 MP 12 MP (teleobiettivo), 16 MP (grandangolo), 12 MP 48 MP, 8 MP (teleobiettivo), 16 MP (grandangolo)
Camera anteriore 12 MP 12 MP 32 MP 8 MP 10 MP 10 MP 16 MP
Batteria 3.046 mAh 3.110 mAh 3.650 mAh 2.915 mAh 3.500 mAh 3.400 mAh 4.000 mAh
Resistenza acqua IP68 IP68 IP53 IPX8 IP68 IP68 ND
Carica wireless No No
Porte Lightning Lightning USB-C, jack cuffie USB-C USB-C USB-C, jack cuffie USB-C
Peso 188 g 194 g 165 g 148 g 168 g 157 g 206 g
Dimensioni* mm 144,0 x 71,4 x 8,1 150,9 x 75,7 x 8,3 149,1 x 71,3 x 7,5 145,6 x 68,2 x 7,9 151,0 x 71,8 x 7,9 149,9 x 70,4 x 7,8 162,6 x 75,9 x 8,8
Prezzo (da) 1.189 € 839 € 799 € 899 € 979 € 929 € 709 €

*Altezza x Larghezza x Spessore