QR code per la pagina originale

Flipboard, dal mobile al Web

Flipboard inaugura la versione Web spiegando che tutto ciò è possibile grazie alle nuove possibilità del coding per una migliore esperienza desktop.

,

«Mobile first» non è né una moda, né una strategia, ma una semplice necessità: lo dimostra il percorso che ha compiuto Flipboard, ennesimo caso di successo nato su dispositivi mobile per poi approdare al Web in “versione desktop“. Il servizio, che consente di creare una rivista sfogliabile e personalizzabile di contenuti online, ha infatti annunciato in queste ore l’avvio della propria versione Web. Il tutto con una spiegazione estremamente limpida di quelli che sono stati i paradigmi che hanno guidato tale scelta.

Flipboard nasce come applicazione (oggi disponibile per iOS, Android e Windows Phone) e solo a distanza di tempo dall’esordio approda al Web (vedi il sito ufficiale). Nell’annuncio è sottolineato il paradosso di questa parabola: un tempo impensabile in virtù della povertà del mondo mobile, negli anni passati si è invece rivelata essere una necessità per un servizio che è in mobilità che può offrire gran parte dei propri privilegi. L’approdo al Web è dettato invece da una evoluzione che proprio il Web ha compiuto, consentendo il cambio di prospettiva per Flipboard e molte altre realtà: l’evoluzione delle possibilità dei siti responsive ha permesso di creare una esperienza online completamente diversa, abilitando anche su mouse, tastiera e display quelle “sensazioni” che solo uno smartphone o un tablet finora offrivano.

Flipboard porta dunque sul Web una versione in grado di adattarsi alle varie risoluzioni dello schermo, modalità di click che consentono le giuste selezioni e uno scrolling che esalta immagini e colori. In tutto ciò il cuore dell’esperienza è nella personalizzazione che ogni utente appronta per la propria interfaccia, scegliendo gli argomenti e le fonti preferite per poter godere di un servizio migliore, perfettamente ritagliato attorno ai propri gusti e alle proprie necessità.

Dopo un fiorire di progetti similari, Flipboard si è poco alla volta imposto come uno dei pochi nomi in grado di emergere. Grazie alla versione Web il gruppo ritiene di poter entrare in contatto con un numero sempre maggiore di utenti, facendo “assaggiare” il servizio per la prima volta a milioni di persone che potrebbero in seguito giovarne anche da mobile.

La versione Web è dunque per Flipboard una nuova opportunità e un modo per estendere ulteriormente il perimetro della propria community. Facendo qualcosa di estremamente “vecchio”: creare un sito Web.

Fonte: Inside Flipboard • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni