QR code per la pagina originale

Volvo XC90: tecnologia al servizio della sicurezza

Volvo presenta due sistemi di sicurezza che saranno equipaggiati sulla nuova versione della XC90: Run-Off Road Protection e Auto Brake at Intersection.

,

Tra poche settimane la nuova Volvo XC90 sarà svelata ufficialmente al pubblico, ma le informazioni su alcune delle novità tecnologiche introdotte dal veicolo sono già note. Quelle relative alla dotazione della piattaforma Android Auto, ad esempio, così come quelle legate ai sistemi di sicurezza equipaggiati, che garantiranno il massimo livello di protezione al conducente e agli altri occupanti del SUV.

L’automaker svedese ne parla proprio in questi giorni, presentando il sistema Run-Off Road Protection e la funzionalità Auto Brake at Intersection. Come ben comprensibile già dal nome, il primo serve a mantenere per quanto possibile incolumi le persone a bordo nel caso di uscita dalla carreggiata. Secondo Volvo la metà dei decessi sulle strade americane è da attribuire proprio ad incidenti di questo tipo, spesso causati da improvvisi malori o colpi di sonno per chi si trova al volante. La vettura è in grado di identificare quando il veicolo sta lasciando la corsia e intervenire serrando automaticamente le cinture di sicurezza, mantenendo così i soggetti ben saldi allo schienale. Inoltre, i sedili sono dotati di materiale in grado di assorbire gli urti in modo efficace e un assistente virtuale fornisce avvisi (probabilmente acustici) quando si sta per perdere il controllo del mezzo.

La seconda tecnologia è invece studiata per azionare autonomamente i freni se il conducente svolta in direzione di un’auto che sta per sopraggiungere. Si tratta di un’aggiunta al sistema City Safety già esistente, che blocca la marcia a basse velocità quando c’è il rischio di un tamponamento, una situazione che può ad esempio verificarsi in prossimità dei semafori o all’interno delle code.

Sulla Volvo XC90 saranno presenti tecnologie anche per evitare gli impatti in retromarcia, sedili disegnati in modo da attutire i colpi di frusta, un bilanciamento dei pesi studiato per scongiurare quando possibile il rischio di ribaltamento, riconoscimento automatico dei segnali stradali, monitoraggio dei punti ciechi degli specchietti retrovisori, analisi del traffico e videocamere a 360 gradi che tengono sotto controllo tutto ciò che accade intorno alla vettura. Non manca inoltre l’assistente di parcheggio per sollevare il conducente dall’obbligo di effettuare complicate manovre in spazi stretti.

Fonte: MotorAuthority • Notizie su: