QR code per la pagina originale

Spielberg e gli Oscar: Ben Affleck difende Netflix

Nella polemica alimentata da Steven Spielberg contro Netflix, interviene Ben Affleck: l'attore difende senza dubbi la piattaforma di streaming.

,

La campagna avviata da Steven Spielberg, contrario alla permanenza di Netflix ai premi Oscar, ha alimentato numerose polemiche dentro e fuori ai social network. Secondo il regista, Netflix non sarebbe in grado di garantire la medesima esperienza cinematografica con la visione domestica e, pertanto, dovrebbe essere escluso da ogni premiazione a tema. Ma mentre Spielberg si appresta a portare le proprie motivazioni all’Academy, interviene un attore pronto a difendere la piattaforma di streaming: Ben Affleck.

Affleck, il quale ha collaborato con Netflix per il film “Triple Frontier”, non si trova d’accordo con le dure posizioni espresse dal regista. Nel corso di una recente intervista per l’Associated Press, l’attore ha sottolineato come le piattaforme di streaming rappresentino il futuro del cinema, schierandosi apertamente a favore del colosso:

Netflix sta aiutando a definire il futuro del cinema e della distribuzione. Fare un film per Netflix non è differente dal farlo altrove. Stiamo solo cercando di fare il nostro lavoro.

L’attore ha poi ribadito la propria visione, in un breve intervento per la trasmissione televisiva Today, specificando come il business stia cambiando e il processo in corso non è molto differente da quelli passati, ad esempio il passaggio dai film muti al sonoro, dal bianco e nero al colore, dal cinema alla TV:

I film sono sopravvissuti e sopravviveranno anche questa volta.

Nella giornata di ieri, la piattaforma di streaming ha approfittato di Twitter per rispondere a Steven Spielberg, specificando come Netflix rispetti il cinema e la possibilità di fruirlo presso la propria abitazione risponde alle più svariate esigenze. Ad esempio aiuta la diffusione per titoli che non avrebbero gran risalto nelle sale, consente di approfittarne anche a chi non può permettersi di pagare un biglietto e, infine, lo rende disponibile in luoghi dove non sono presenti strutture.