QR code per la pagina originale

Microsoft compra LinkedIn

Microsoft ha annunciato l'acquisizione di LinkedIn per 26.2 miliardi di dollari; la casa di Redmond rafforzerà la presenza nei social network aziendali.

,

Microsoft ha annunciato l’accordo per l’acquisizione di LinkedIn per una cifra di ben 26.2 miliardi di dollari. L’operazione di acquisto sarà effettuata interamente in contanti con la casa di Redmond che pagherà 196 dollari per azione. A seguito dell’acquisizione, LinkedIn continuerà, comunque, a mantenere il suo brand e i suoi obiettivi. Inoltre, il CEO Jeff Weiner continuerà a rimanere in carica e risponderà direttamente al CEO di Microsoft Satya Nadella.

Microsoft punta a chiudere tutti i dettagli dell’acquisizione entro la fine dell’anno e l’operazione è stata approvata all’unanimità da entrambi i consigli di amministrazione. Trattasi della più grande acquisizione da quando Satya Nadella ha assunto il ruolo di CEO della società. Per la casa di Redmond, l’acquisizione di LinkedIn è un importante passo in avanti nell’ottica di un’espansione della società nei servizi dedicati ai professionisti. Infatti, più di 433 milioni di persone in tutto il mondo utilizzano LinkedIn per trovare un nuovo lavoro o per rimanere in contatto con vecchi colleghi. Molti di questi utenti, inoltre, si abbonano a servizi Premium a pagamento per utilizzare i servizi avanzati del social network.

Tuttavia, Microsoft non ha voluto evidenziare con esattezza come intenderà utilizzare l’acquisizione di LinkedIn anche se è facile immaginare che sarà sfruttata come uno strumento chiave per rafforzare la presenza all’interno dei social networking aziendali. In passato, infatti, Microsoft aveva investito in Facebook per entrare nei social network dedicati alle imprese e poi aveva speso 1,2 miliardi di dollari per Yammer ma senza grande successo.

Nelle prossime ore, Microsoft terrà una conferenza stampa in cui discuterà dell’acquisizione di LinkedIn e da cui sicuramente emergeranno nuovi dettagli. Il dato oggettivo è che la casa di Redmond sta spostando sempre di più la sua attenzione verso il mercato business. Si pensi, per esempio, al successo che stanno ottenendo la suite Office 365 o la piattaforma Azure, oppure al rilanciato interesse nel segmento smartphone ma focalizzando l’attenzione al mondo aziendale.

Fonte: Microsoft • Immagine: Microsoft • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni