Nokia ottimista, nemmeno l’iPhone fa paura

Nokia ritiene di poter ulteriormente aumentare la propria quota di mercato, attualmente attestata sul 36%, nel corso del prossimo trimestre, aumentando così ulteriormente il vantaggio ottenuto sulla rivale Motorola. Nemmeno l’uPhone fa paura, anzi

Nokia si dimostra fiduciosa nelle sue capacità di aumentare la propria quota di mercato attualmente attestata sul 36%, incrementando ulteriormente il vantaggio guadagnato sulla rivale Motorola. Olli-Pekka Kallasvuo, amministratore delegato di Nokia, ha affermato come la società si aspetti «di incrementare la propria quota di mercato in maniera sequenziale nel secondo trimestre del 2007, da uno stimato 36 percento di mercato conquistato nel primo trimestre». In seguito all’annuncio da parte di Nokia, le azioni della società telefonica sono salite del 3.6 percento, attestandosi sui 25.96 dollari.

L’azienda finlandese ha conquistato una quota di mercato del 36%, con 91,1 milioni di unità vendute nel primo trimestre. La crescita rispetto allo stesso periodo dello scorso anno è stata pari al 21,3%. In seconda posizione si trova Motorola, che registra vendite in declino dell’1,5% per 45,5 milioni di unità vendute. La sua quota di mercato si attesta quindi sul 17,9%. I profitti ottenuti da Nokia derivano dalla sempre crescente domanda del mercato emergente, in grado di compensare il calo delle vendite avvenuto negli Stati Uniti, e da alcuni problemi che hanno visto coinvolta la diretta concorrente Motorola: la seconda più importante società telefonica al mondo ha riportato lo scorso mese una perdita pari a 181 milioni di dollari nei primi due mesi del 2007 e la quota di mercato della società è scesa al 17,9% contro il 22,7% conquistato nel 2006.

Mina vagante pronta ad esplodere nei prossimi mesi è il chiacchieratissimo iPhone prodotto da Apple, pronto a cambiare il modo il cui viene inteso il telefono cellulare. Rick Simonson, Chief Financial Officer di Nokia, ha dichiarato a Reuters come l’avvento del nuovo telefono cellulare, provvisto di funzioni avanzate per la gestione di video e musica, potrebbe aumentare la richiesta di telefoni evoluti, specialmente negli Stati Uniti. Nokia sembra comunque pronta a rispondere ai cambiamenti del mercato: «siamo i leader nella convergenza multimediale», ha affermato Simonson, aggiungendo inoltre come la sua società stia già producendo cellulari multimediali di gran successo, come ad esempio l’N74 e l’N95, capaci di contrastare l’attacco della nuova creatura di Apple.

In giornata il titolo Nokia è in ulteriore rialzo, mentre il titolo Motorola perde quasi un punto percentuale.

Ti potrebbe interessare