Intel Sandy Bridge: la nuova architettura è quasi pronta

A partire dal 2006, Intel applica l’approccio evolutivo Tick-Tock alle architetture dei suoi processori. L’attuale Nehalem rappresenta la fase Tock (nuova architettura, vecchio processo produttivo a 45nm), mentre Westmere rappresenterà la fase Tick (nuovo processo produttivo a 32nm, vecchia architettura). I primi processori a 32 nanometri devono ancora essere presentati (Lynnfield per i desktop e

A partire dal 2006, Intel applica l’approccio evolutivo Tick-Tock alle architetture dei suoi processori. L’attuale Nehalem rappresenta la fase Tock (nuova architettura, vecchio processo produttivo a 45nm), mentre Westmere rappresenterà la fase Tick (nuovo processo produttivo a 32nm, vecchia architettura).

I primi processori a 32 nanometri devono ancora essere presentati (Lynnfield per i desktop e Clarksfield per i notebook), ma il chipmaker di Santa Clara è già vicino al termine della progettazione della nuova architettura Sandy Bridge (fase Tock).

È comparsa infatti in Rete un’immagine del die, da cui si possono dedurre interessanti informazioni. Innanzitutto, a differenza di Westmere, i processori con grafica integrata verranno progettati con un approccio a die monolitico, ovvero CPU, GPU e controller di memoria DDR3 insieme in un unico blocco di silicio.

A ciò si aggiunge una cache L3 da 8 MB condivisa tra la GPU e i quattro core, ognuno dei quali avrà a disposizione anche una cache L2 da 256 KB. L’area complessiva occupata dal die misurerà circa 225 mmq.

La frequenza di funzionamento sarà pari a 3 GHz, che salirà fino a 3,8 GHz in modalità Turbo Mode, con un TDP di 85 W. La sezione grafica invece dovrebbe avere frequenze tra 1 e 1,4 GHz. Verranno introdotte le nuove istruzioni AVX (Advanced Vector Extension) che opereranno su vettori a 256 bit, utilizzando fino a 4 operandi.

Dall’immagine si nota l’assenza del bus QuickPath, sostituito dal DMI (Direct Media Interface), lo stesso utilizzato per collegare la CPU al chipset Ibex Peak nei prossimi processori Lynnfield e Clarksfield. È chiaro quindi che si tratta di una soluzione di fascia media e, presumibilmente, ci saranno versioni di fascia alta con un numero maggiore di core e bus QuickPath.

Il primo processore Sandy Bridge è atteso per l’inizio del 2011.

Ti potrebbe interessare
Blackout WhatsApp
WhatsApp

Blackout WhatsApp

WhatsApp risulta offline, impossibile sia inviare che ricevere messaggi. Dalla rete le immediate proteste per l’ennesimo disagio

SDHC Class 6 anche per Panasonic
memory card panasonic

SDHC Class 6 anche per Panasonic

Panasonic è pronta al lancio delle sue nuove SDHC 32GB Class 6. Dopo l’analogo annuncio da parte della rivale Sandisk, di cui avevamo parlato in un precedente post, anche Panasonic si è decisa a presentare le sue nuove soluzioni SD ad alta capacità, con le specifiche di velocità più alte consentite dallo standard SD 2.0.

Bankitalia dichiara guerra ai falsi cloni
Software e App

Bankitalia dichiara guerra ai falsi cloni

La Banca d’Italia si è dovuta rivolgere alla Polizia per cercare di bloccare alcuni siti che utilizzano il suo nome e il suo logo in maniera illecita e ingannevole. Numerose inoltre le segnalazioni di email inviate utilizzando la denominazione della banca