QR code per la pagina originale

Il primo giorno senza dialer

2 Aprile 2007: da oggi scatta il nuovo servizio previsto dal Decreto Landolfi per ostacolare le truffe derivanti da dialer. Per accedere a servizi a tariffazione speciale, infatti, l'utente dovrà dotarsi volontariamente di un apposito PIN gratuito

,

Da oggi scatta per Telecom Italia l’adeguamento al noto ‘Decreto Landolfi’ (145/2006): se tutto andrà come previsto, dal 2 Aprile 2007 nessuno riceverà più onerose bollette telefoniche a sorpresa ed ogni rincaro della spesa telefonica per collegamenti a servizi a pagamento sarà frutto di una scelta pienamente consapevole. Il tutto è conseguenza della normativa voluta dall’ex-ministro Landolfi, il quale ha pensato ad un meccanismo legislativo che ostruisse la strada alle truffe praticate tramite dialer.

Il decreto rende trasparente il processo che porta ai cosiddetti “servizi a sovrapprezzo“, rendendo di fatto impossibile un collegamento inconsapevole alle numerazioni fino ad oggi prese di mira dai dialer (di cui l’Italia è ancora una forte vittima a causa dell’elevato numero di connessioni 56k ancora attive tra l’utenza lontana dalla banda larga). Maggiori indicazioni tecniche sul nuovo dispositivo normativo sono state messe a disposizioni dall’incumbent tra le informazioni di supporto presenti sul sito 187.it.

Recita la comunicazione Telecom: «dal 2 aprile 2007, in conformità al Decreto Ministeriale 2 marzo 2006, n. 145 “Regolamento recante la disciplina dei servizi a sovrapprezzo”, verrà reso disponibile a tutta la clientela, gratuitamente e su richiesta al 187, l’“Accesso Selettivo” con PIN per le chiamate verso i numeri associati ai servizi a sovrapprezzo». Inoltre: «dal prossimo 2 aprile, pertanto, i clienti interessati potranno richiedere il servizio al 187, seguendo le istruzioni vocali al termine delle quali verrà comunicato loro un PIN (codice numerico). La nuova prestazione consentirà, chiamando il numero gratuito 48187 e utilizzando il proprio PIN, di riabilitare o disabilitare in modalità selettiva ed automatica le chiamate verso ciascuno dei numeri che iniziano con 144, 166, 709, 892 e 899».

Telecom Italia specifica infine il fatto che «dopo il 2 aprile, chiamando il 48187, tutti coloro che avranno il servizio potranno in qualunque momento modificare gratuitamente il PIN nonchè conoscere e modificare lo stato di abilitazione/disabilitazione sulla propria linea telefonica delle telefonate verso i singoli numeri che iniziano con 144, 166, 709, 892 e 899».

Il servizio “accesso selettivo” è totalmente gratuito: «non troverai alcun addebito in fattura e le chiamate verso i numeri associati al servizio (il 187 e il 48187) sono completamente gratuite». I costi, dunque, saranno dipendenti esclusivamente dalle chiamate con sovrapprezzo effettuate.

Una curiosità: il decreto prevede che tra i numeri bloccati vi sia anche l’892, ovvero quello adoperato per i famigerati servizi a lungo promossi negli ultimi tempi: «se al 1 di Aprile la tua linea ha la Disabilitazione Permanente Gratuita, questa comprenderà anche il blocco delle chiamate verso numerazioni 892, quindi il 2 di Aprile il passaggio automatico al nuovo servizio “accesso selettivo” comporterà la disabititazione anche all’892 automaticamente e senza farne richiesta unitamente alle altre numerazioni (899, 144, 166, 709 e tutte le chiamate verso ai prefissi internazionali e satellitari il cui prezzo è superiore a quello applicato alla Zona 6)».