QR code per la pagina originale

Google al lavoro su uno smartphone tutto suo?

Emergono indiscrezioni su un progetto messo in campo da Google per la realizzazione interna di uno smartphone, dunque senza affidarsi a partner esterni.

,

I dispositivi della linea Nexus sono attualmente considerati tra i migliori del catalogo Android, se non altro perché la realizzazione viene portata avanti direttamente da Google, seppur in collaborazione con partner come LG, Huawei, ASUS, Motorola e altri. A quanto pare, il gruppo di Mountain View sta valutando l’ipotesi di progettare, costruire e commercializzare uno smartphone senza alcun aiuto esterno, replicando dunque il modello proposto da Apple e più di recente anche da Microsoft con i nuovi Lumia.

Al momento si tratta solamente di un’indiscrezione, riportata sulle pagine del sito The Information e non confermata in via ufficiale. Un’iniziativa di questo tipo offrirebbe a bigG il pieno controllo sia sulla componente software del device che su quella hardware, consentendo dunque un’ottimizzazione complessiva a livello di performace, autonomia e affidabilità. Al tempo stesso, però, potrebbe far storcere il naso alle tante aziende che fino ad oggi hanno decretato il successo della piattaforma Android: dopotutto il vero punto di forza (e il principale tallone d’Achille) dell’ecosistema è proprio rappresentato dalla presenza sul mercato di un gran numero di dispositivi, per tutte le tasche ed esigenze.

Pro e contro, dunque, per una mossa che Google dovrà valutare con attenzione. Il rumor arriva a solo un paio di settimane di distanza di quello che vorrebbe bigG al lavoro sulla realizzazione di un processore. Non si tratterebbe comunque di una decisione così sorprendente: già oggi bigG progetta e commercializza direttamente dispositivi come il Chromebook Pixel con Chrome OS o il tablet Pixel C basato su Android e in arrivo a breve, assemblando però componenti fornite da aziende esterne. Un elemento chiave per la messa in campo di questa nuova strategia potrebbe essere costituito dalla guida della società affidata a Sundar Pichai, nuovo CEO in seguito alla riorganizzazione che ha portato alla nascita di Alphabet.

Fonte: The Information • Via: 9to5Google • Notizie su: , ,
Commenta e partecipa alle discussioni
  • 11/11/2015 alle 18:50 #484480

    OscarC
    Membro

    Non saranno mai in grado di gestire i volumi di mercato, non hanno la struttura della Samsung e non se la possono permettere. Basta guardare i ritardi di consegna di ogni loro prodotto.