QR code per la pagina originale

Windows 8: HP rinuncia alla versione su ARM?

HP ha pianificato il lancio di un tablet x86 basato su Windows 8, rimandando per ora al 2013 l'annuncio di un modello con chip ARM basato su Windows RT.

,

HP non presenterà nessun tablet ARM con Windows RT quando Microsoft lancerà sul mercato il nuovo sistema operativo. Il produttore statunitense ha confermato l’indiscrezione che circolava in Rete da qualche giorno, smentendo però chi sosteneva che la decisione è legata all’annuncio dei Microsoft Surface. Entro fine anno verrà prodotto solo un tablet x86 con Windows 8, in modo da soddisfare le richieste dei clienti aziendali.

Poco dopo la presentazione dei due tablet da parte dell’azienda di Redmond, Acer aveva manifestato un certo dissenso sulla scelta inopportuna di Microsoft. Il produttore taiwanese ritiene comunque che si tratti esclusivamente di una strategia volta a stimolare il mercato, seguendo la stessa strada intrapresa da Google. Il problema però è più complesso di quanto si pensi.

Il sito SemiAccurate ipotizza che HP abbia abbandonato lo sviluppo di un tablet ARM con chip Qualcomm in quanto i Surface sarebbero dei “concorrenti sleali”. Gli OEM, infatti, devono rispettare i vincoli imposti da Microsoft per la realizzazione dei dispositivi e, ovviamente, sostenere il costo della licenza di Windows RT (90 euro). Ciò comporta una riduzione dei margini di profitto per i produttori. Ecco perché HP avrebbe scelto di annunciare solo tablet con chip Intel basato su Windows 8.

Marlene Somsak, portavoce di HP, ha però smentito queste voci:

La decisione di presentare prima un tablet x86 deriva dagli input dei nostri clienti. L’ecosistema robusto e consolidato delle applicazioni x86 fornisce la migliore esperienza utente in questo momento e nell’immediato futuro.

L’azienda quindi darà precedenza ad un dispositivo indirizzato all’utenza business, rimandando al 2013 il lancio di un tablet ARM. Questa scelta potrebbe anche essere legata alle difficoltà che stanno incontrando i chipmaker NVIDIA, Qualcomm e Texas Instruments nello sviluppo dei driver. Dei tre partner di Microsoft, solo NVIDIA avrebbe risolto la maggior parte dei problemi. Per ottobre dovrebbero essere svelati sei tablet ARM, due dei quali integreranno il chip Tegra 3: Microsoft Surface e ASUS Tablet 600.

Fonte: Bloomberg • Notizie su: