QR code per la pagina originale

Microsoft promuove lo smart working

Microsoft e tre aziende italiane hanno mostrato le possibilità offerte dallo smart working. Con Office 365, i dipendenti possono lavorare anche da casa.

,

Microsoft ha annunciato l’avvio di un’iniziativa, denominata “L’ufficio a cielo aperto”, con la quale vuole celebrare lo smart working, una modalità di lavoro flessibile che permette ai dipendenti delle aziende di organizzare la giornata secondo le proprie esigenze, sfruttando le moderne tecnologie. Da una ricerca effettuata da Harris Interactive su base nazionale emerge che il 52% degli impiegati italiani considera molto importante la flessibilità. Nel nostro paese, lo smart working è già abbastanza diffuso. Recentemente, Vodafone Italia ha avviato una sperimentazione che coinvolge oltre 3.100 dipendenti.

Il sondaggio Microsoft-Harris Interactive conferma che il 57% degli italiani preferirebbe lavorare anche anche da casa. Il 45% delle persone contattate lavora durante il viaggio verso l’ufficio o di rientro a casa, il 27% mentre mangia e il 25% mentre guarda la TV. Il 12% dei genitori ha ammesso di aver lavorato durante eventi o attività dei propri figli, mentre il 67% conta poter lavorare fuori sede, ad esempio in aeroporto, treno, bar o parco. Il 46% è connesso anche in vacanza. Quali sono le attività svolte fuori dall’ufficio? Il 62% degli impiegati legge e risponde alle email, il 50% scrive, il 33% condivide documenti, e il 49% analizza dati e informazioni.

Per poter svolgere il lavoro in maniera flessibile, senza essere obbligati ad andare in ufficio, gli italiani chiedono strumenti che permettano di accedere ai propri documenti ovunque (59%), di proteggere i documenti (47%), di riprendere il lavoro dal punto in cui è stato interrotto (44%) e di accedere da molteplici dispositivi (42%). Grazie alla tecnologia che consente di lavorare anche in mobilità, gli impiegati si sentono più produttivi (92%), di maggiore successo (91%) e più collaborativi (85%).

I vantaggi del lavoro flessibile sono stati raccontati da Microsoft insieme a Gruppo Credito Valtellinese, Alpitour World e Leitner, le prime tre aziende che hanno preso parte all’iniziativa “L’ufficio a cielo aperto”. Durante i tre giorni dedicati allo smart working, i dipendenti hanno mostrato come sia possibile gestire l’attività lavorativa, utilizzando la piattaforma di produttività cloud Office 365 e i dispositivi Windows e Windows Phone.

«Come emerge dalla nuova ricerca Microsoft-Harris Interactive, il lavoro da remoto rappresenta un fenomeno ampiamente diffuso anche nel nostro paese. Da un parte ci si aspetta che i lavoratori siano sempre connessi e dall’altra sono gli impiegati stessi ad aspettarsi di poter lavorare fuori sede e a trovarlo utile – il 52% sarebbe disponibile a lavorare di più, pur di beneficiare di maggiore flessibilità», ha dichiarato Vieri Chiti, Direttore della Divisione Office di Microsoft Italia. «Con la nostra piattaforma di produttività cloud Office 365 intendiamo abilitare lo smart working, offrendo una risposta alle esigenze sia delle aziende, sia dei dipendenti, in linea con gli attuali trend che stanno rivoluzionando il mondo del lavoro».