QR code per la pagina originale

GoodBuyAuto, l’auto usata si compra sul web

GoodBuyAuto è una startup italiana che punta a rivoluzionare il mercato dell'auto usata permettendo la vendita di un usato garantito.

,

GoodBuyAuto è l’eShop dell’auto usata garantita. Quella che può essere definita come l’Amazon dell’usato delle auto, è una startup italiana fondata da Carlo Salizzoni che punta a rivoluzionare il mercato dell’auto usata in Europa. L’idea su cui poggia le fondamenta GoodBuyAuto è la volontà di offrire ai consumatori che intendono comprare un’auto di seconda mano o vendere la loro, un’alternativa più efficiente rispetto alle modalità tradizionali.

Trattasi di un progetto interessante che si poggia anche sull’enorme valore del mercato della compravendita delle auto usate tra privati in Italia che vale oltre 30 miliardi di euro, quasi il doppio del mercato delle auto nuove. GoodBuyAuto vuole, dunque, creare una terza via, semplice e sicura da offrire ai consumatori. Oggi, infatti, chi vuole avventurarsi nel mercato dell’usato deve seguire due strade obbligatorie: l’autosalone o la compravendita tra privati con tutti i problemi e rischi del caso. L’autosalone, infatti, carica sul prezzo delle auto i costi della sua attività, mentre i privati rappresentano sempre un rischio per quanto concerne l’affidabilità.

GoodBuyAuto, come funziona

Il funzionamento di GoodBuyAuto è molto semplice. Tutti coloro che sono interessati a vendere un’auto potranno contattare il team attraverso il sito o un callcenter. GoodBuyAuto, a quel punto, invierà presso l’utente un ispettore che valuterà lo stato dell’autovettura. Il sito accetta solamente auto con meno di 100 mila chilometri, che non abbiano superato i 5 anni di vita, che non siano state incidentate e che non siano danneggiate.

Se l’ispezione darà esito positivo, GoodBuyAuto entro 48 ore invierà all’utente un preventivo. In caso di accettazione, GoodBuyAuto si impegna a vendere l’auto entro 60 giorni. In caso non arrivasse la vendita, sarà GoodBuyAuto ad acquistare direttamente l’autoveicolo.

La startup si occuperà, anche, del passaggio di proprietà ed offrirà all’acquirente ben 12 mesi di garanzia con una formula “soddisfatti o rimborsati“. Gli acquirenti, infatti, potranno restituire l’autoveicolo entro 14 giorni dall’acquisto.

Carlo Salizzoni, fondatore GoodBuyAuto

Carlo Salizzoni, fondatore GoodBuyAuto

Trattasi di garanzie si vendita e di acquisto che sicuramente permetteranno di tranquillizzare sia chi vende che chi compra dagli eventuali rischi delle transazioni online che gli italiani non hanno ancora “digerito” perfettamente.

Inoltre, GoodBuyAuto potrà puntare anche a monetizzare la sua attività attraverso la raccolta di big data dei suoi clienti che potranno essere inviati a concessionarie, venditori e costruttori di automobili ma anche a riviste specializzate.

Partner strategici e soci della prima ora di GoodBuyAuto sono E-Novia (azienda italiana di eccellenza per la produzione di innovazione e trasformazione in impresa) e due dei più grandi players della distribuzione auto del Paese (a supporto della parte automotive). GoodBuyAuto, infine, ha annunciato di aver raccolto 1,5 milioni di euro nel primo round di seed capital 100% italiano. Si tratta di un’operazione che consente di supportare il lancio del marketplace delle auto usate.

Fonte: Corriere della Sera • Immagine: iPressLive • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni