QR code per la pagina originale

Microsoft: “basta pesci d’aprile”

Microsoft chiede a tutti i suoi dipendenti di astenersi dall'organizzare pesci d'aprile che potrebbero avere conseguenze più negative che positive.

,

Pesce d’aprile? Microsoft dice di no. La casa di Redmond ha deciso di prendere posizione contro gli scherzi della ricorrenza del primo di aprile. Chris Capossela, capo marketing di Microsoft, ha avvertito in una nota interna tutti i dipendenti di non partecipare alla giornata degli scherzi. Secondo The Verge che ha riportato la notizia, Capossela spiega che gli scherzi del primo di aprile hanno un impatto positivo limitato ma che possono, piuttosto, dare il via a cicli di notizie indesiderate.

Proprio per questo, il capo marketing di Microsoft chiede ai dipendenti di non fare alcun pesce d’aprile. Trattasi di una richiesta curiosa, soprattutto alla luce del fatto che la stessa Microsoft aveva organizzato scherzi molto divertenti in passato tra cui il lancio del sistema operativo “MS-DOS mobile” per i suoi smartphone. Ma è anche altrettanto vero che alcuni scherzi del passato sono costati cari ad alcune aziende. In un’epoca di fake news e di disinformazione è probabilmente necessario fare un passo indietro e mettere via una tradizione, quella del pesce d’aprile, che dura oramai da 500 anni.

Si potrà vivere anche senza ma è indubbio che comunque qualcuno continuerà sempre ad organizzare qualche divertente scherzo per questa particolare ricorrenza. Microsoft sta chiaramente provando ad impostare una nuova linea di condotta almeno in ambito tech. Sarà interessante vedere, a questo punto, come si comporteranno gli altri big del settore come Google, Amazon, Snap, T-Mobile e le molte altre realtà che in passato hanno sempre organizzato qualcosa per il primo di aprile.

Ecco il promemoria interno di Capossela:

Ciao a tutti,

È quel periodo dell’anno in cui le aziende tecnologiche cercano di mostrare la loro creatività con gli scherzi del pesce d’aprile. A volte i risultati sono divertenti e a volte non lo sono. In entrambi i casi, i dati ci dicono che questi scherzi hanno un impatto positivo limitato e possono effettivamente causare cicli di notizie indesiderate.

Considerando i venti contrari che l’industria tecnologica sta affrontando oggi, chiedo a tutti i team di Microsoft di non fare scherzi per il pesce d’aprile. Apprezzo che le persone abbiano dedicato tempo e risorse a queste attività, ma credo che abbiamo più da perdere che guadagnare tentando di essere divertenti in questo giorno.

Si prega di inoltrare il messaggio alle proprie squadre e ai propri partner interni al fine di garantire che le persone siano a conoscenza della richiesta di smettere di organizzare scherzi per il primo aprile.

Fonte: The Verge • Immagine: wellesenterprises via iStock