Cosa è successo nell’Apple Store di Amsterdam

C’è stata una rapina a mano armata in un Apple Store di Amsterdam che si è trasformata in una situazione ben più tragica: vi sveliamo tutto nell’articolo.

In queste ore abbiamo scoperto che, in un Apple Store di Amsterdam, sono state sotto sequestro da parte di un folle criminale. Vediamo tutti i dettagli. Intanto, vi segnaliamo che la polizia locale ha confermato che l’ostaggio coinvolto in questa situazione è al sicuro. Anche altre “dozzine” di persone che si erano nascoste nel negozio sono state in grado di andarsene in sicurezza. Il sito Web di Apple indica che il punto vendita resterà chiuso almeno fino a venerdì.

Apple Store: facciamo il punto della situazione

Dall’inizio della situazione degli ostaggi nell’Apple Store di Leidseplein, diverse persone hanno potuto lasciare l’edificio. Possiamo confermare che il sequestratore proviene dal negozio della mela. Giaceva per strada ed è stato esaminato con un robot in cerca di esplosivi. A distanza, gli agenti di polizia lo hanno controllato con le armi da fuoco. Gli ostaggi sono al sicuro.

Decine di persone che in precedenza erano state in grado di lasciare l’Apple Store sono state intervistate dagli agenti di polizia. Sono andate in un luogo di polizia per una testimonianza e, naturalmente, per cure successive come il supporto alle vittime.

L’unità di polizia di Amsterdam ha confermato che una rapina in corso si è trasformata in qualcosa di peggio. n un messaggio pubblicato su Twitter, le autorità hanno affermato che c’è stata una “situazione di ostaggi” nello store, ma che al momento non sono stati condivisi ulteriori dettagli “per la sicurezza delle persone coinvolte”.

Questa situazione è durata oltre due ore, con la prima denuncia della rapina alle 17:40 ora del luogo. I resoconti dei media locali indicano che l’incidente è iniziato con una rapina a mano armata, ma alla fine si è trasformato in una situazione ancora più pericolosa, con una persona tenuta sotto ostaggio dal criminale.

Video e immagini pubblicati sui social media hanno mostrato una massiccia presenza della polizia presso l’Apple Store, che si trovava a Leidseplein. Le autorità hanno consigliato alle persone nella zona di rifugiarsi sul posto e di evitare per il momento di condividere qualsiasi video e immagini aggiuntivi sui social media.

L’ultima dichiarazione dell’unità di polizia di Amsterdam (tradotta) è di seguito:

Nell’Apple Store di Leidseplein c’è ancora una situazione di ostaggi. Per il bene della sicurezza degli interessati, siamo riluttanti a condividere le informazioni.

Vorremmo chiedere alle persone con vista sull’edificio dell’Apple Store di essere cauti nel pubblicare immagini o live streaming, per la sicurezza delle persone coinvolte e dei nostri sforzi di polizia.

La polizia di Amsterdam ha aggiunto in un tweet di follow-up pubblicato in inglese che “non è in grado di condividere informazioni sulla situazione e/o sulle azioni intraprese dalla polizia” per “garantire la sicurezza di tutte le persone coinvolte“. Apple non ha commentato la situazione.

Ti potrebbe interessare