Da Xbox in diretta su Twitch

Un nuovo aggiornamento di Xbox One e Xbox Series X/S permette di far partire delle livestream su Twitch in decisamente mento tempo.

La divisione Xbox di Microsoft si trova spesso ad aggiornare l’ecosistema di Xbox, puntando non solamente sull’arrivo di nuovi giochi nel catalogo disponibile sempre più sconfinato, come anche sui vari servizi che riguardano le console e i PC, ma anche su feature particolarmente utili che potrebbero a volte cambiare l’esperienza degli utenti.

Abbiamo questa volta a che fare con un nuovo aggiornamento che riguarda Xbox One e Xbox Series X/S, il quale nello specifico permette agli utenti di rimettere mano sulla piattaforma di Twitch con particolare facilità.

Xbox permetterà di fare streaming su Twitch

Proprio come era avvenuto molti anni a dietro infatti, la compagnia ha deciso di fornire il proprio supporto alla piattaforma in maniera molto più veloce, lasciando che gli utenti possano iniziare una live semplicemente recandosi nella sezione dedicata alla condivisione.

xbox

Dopo aver effettuato il login con il proprio account, il che permette quindi di dare il via a delle live per i propri follower, non serve che premere sul tasto dedicato utile al fine di avviare la diretta, ed ecco che quindi nel giro di solamente qualche secondo il gioco è ora fatto, e l’operazione risulta quindi molto più semplice.

Nonostante non si tratti della mole di impostazioni con cui si ha a che fare su PC, vista anche la presenza di molti programmi che hanno modo di migliorare le funzionalità della piattaforma, ci sono comunque diverse impostazioni su cui poter mettere mano, dalla regolazione del volume al bitrate.

Ecco quindi che gli streamer possono ora contare su un supporto migliorato grazie all’update delle console Xbox, il quale ha modo di far dimenticare come minimo la preoccupazione di dover iniziare una nuova live e di dover avere a che fare con decine di fastidiosi menu. Dopo la caduta di Mixer, il colosso ha deciso di tornare sui suoi passi con Twitch quindi, e sembra infatti che la feature sia ormai qui per restare.

Ti potrebbe interessare