QR code per la pagina originale

Samsung: la riscossa parte dall’IFA

Samsung ha presentato all'IFA la seconda versione del Galaxy Note, due nuovi PC con tastiera estraibile, un nuovo smartphone, un tablet e una fotocamera.

,

BERLINO – Giochi di prestigio con sullo sfondo un’orchestra cantante. Wim Wenders che si materializza sul palco per parlare di creatività e ispirazione. Birra e salsicce, per non dimenticare la parte più grossolana. Dopo la scomunica del tribunale di San Jose, che l’ha marchiata come copiona e condannata a sborsare più di un miliardo di dollari di multa, Samsung torna sul palco e durante l’IFA di Berlino ha mostrato ieri il suo lato più creativo e innovativo. E lo ha fatto in grande stile.

In una sola serata l’azienda coreana, davanti ad un pubblico di centinaia di persone accorse al Tempodrom della capitale tedesca per l’Unpacked 2012, ha presentato il nuovo Galaxy Note II, un nuovo smartphone con Windows Phone 8, una nuova linea di dispositivi a metà strada fra un notebook e un tablet, un tablet vero e proprio e una nuova macchina fotografica “Galaxy Camera” equipaggiata con sistema operativo Android e connettività 4G. Con l’evento di Berlino, sullo sfondo l’IFA, Samsung ha voluto stupire. L’introduzione non è stata in tono minore: «vogliamo mostrarvi qualcosa che ricorderete per il resto della vostra vita» ha detto il presentatore della serata, vestito con un abito da mago con tanto di cappello a cilindro, come il resto delle hostess che facevano da contorno all’evento.

Il filo conduttore dell’intera presentazione è stata la creatività, declinata sul tema dell’innovazione dei prodotti Samsung. Sul palco un entusiasta Wim Wenders, protagonista anche di un recente spot, ha presentato il video prodotto dai 10 giovani che hanno cercato di “ricreare Berlino” attraverso suoni, immagini, disegni, video. Tutto creato e prodotto solo con un Galaxy Note.

Samsung promette creatività

Samsung promette creatività

Poi è venuto il momento dei prodotti. Per prima cosa il tanto anticipato Galaxy Note II: display 5,5 super AMOLED, processore quad-core, poco più alto del predecessore (151 mm contro 147) e poco meno largo (80,5 mm contro 83).

Questo si sapeva, ma Samsung ha ben altro da presentare. “One more thing” si direbbe in altri terreni, qui invece si parla di “secondo tempo”: una fotocamera basata su sistema Android 4.1 con connettività 3G, 4G e WiFi, un set completo di dispositivi di computing basati su Windows 8 (un tablet, due linee di PC con tastiera estraibile) e il nuovo Galaxy Ativ S, uno smartphone con Windows Phone 8.

Ma i prodotti sono un’altra storia, che abbiamo raccontato in altri articoli. Quello che va registrato alle cronache è che Samsung, pochi giorni dopo la sentenza rovinosa della California, ha chiamato a raccolta l’intero ecosistema di partner, manager, appassionati e davanti ai giornalisti di tutto il mondo per mettere in mostra, in un colpo solo, un set completo di dispositivi come non si era mai visto. Occorre ora capire se i consumatori sapranno premiarla più di una giuria popolare della Silicon Valley apprezzando quel che la sentenza contro Apple non sembra aver ravvisato: una vera ed originale creatività.

Notizie su: