QR code per la pagina originale

NeoKylin, il Windows XP della Cina

Su molti computer venduti in Cina viene installato NeoKylin, un sistema operativo basato su Linux che sembra la copia esatta di Windows XP.

,

Microsoft ha staccato la spina a Windows XP l’8 aprile 2014, ma il vecchio sistema operativo è ancora molto diffuso in Cina. Il governo aveva proibito l’installazione di Windows 8, promettendo allo stesso tempo di sviluppare un’alternativa a Windows XP. Dopo circa un anno, la scelta è caduta su NeoKylin, realizzato da China Standard Software.

Il nome deriva da qilin, una creatura della mitologia cinese simile ad una chimera. NeoKylin non è stato installato solo sui computer del governo, ma anche su molti PC venduti ad utenti privati. Dell, ad esempio, offre desktop, notebook e workstation con questo sistema operativo. NeoKylin è nato per sostituire Windows XP, quindi l’interfaccia è praticamente identica. Le icone, i pulsanti e il menu Start sono gli stessi. In realtà, sotto la veste grafica è nascosto un “segreto”: NeoKylin è basato su Linux. Infatti è presente YUM (Yellowdog Updater Modified), l’utility per la gestione dei pacchetti di Fedora.

Nonostante le apparenze, NeoKylin non è molto user-friendly. Le applicazioni installate sono ridotte al minimo (Firefox, GIMP, un media player, una calcolatrice e poche altre) e per installare i software è necessario modificare i file di sistema. C’è però una suite di produttività, denominata NeoShine, composta da applicazioni simili a Word, Excel e PowerPoint (le icone sono simili a quelle delle controparti Office). NeoShine è basata sul codice di OpenOffice.

NeoKylin offre anche un’interfaccia alternativa e diversa da quella di Windows XP. Non è possibile conoscere la diffusione del sistema operativo cinese, in quanto molti rivenditori installano sui PC software richiesti dall’utente, tra cui versioni pirata di Windows.

Fonte: Quartz • Immagine: Kate Pfeilschiefter • Notizie su: