QR code per la pagina originale

Fastweb Mobile da gennaio su rete TIM

Fastweb Mobile diventa Full MVNO e da gennaio inizierà la migrazione verso la rete TIM; le utenze potranno accedere anche ai servizi 4G LTE.

,

Inizierà a gennaio la migrazione di Fastweb Mobile sulla rete di TIM. Oggi, l’operatore virtuale si appoggia alla rete di 3 Italia per offrire i suoi servizi voce e dati ma con l’obiettivo di diventare Full MVNO e di guadagnare “peso” nel settore della telefonia mobile, Fastweb Mobile ha deciso di migrare alla più performante rete di TIM che permetterà, anche, di offrire servizi di valore aggiunto su rete 4G.

La notizia arriva da MVNONEWS che anticipa la data dell’inizio della migrazione alla nuova rete. Dal punto di vista normativo e tecnico ci sarebbero già tutti i via libera necessari. Il Ministero dell’Economia ha dato l’ok all’operazione e sono già stati assegnati i nuovi prefissi 3755 e 3756 (attualmente l’operatore virtuale utilizza il 373). L’annuncio dell’inizio della migrazione è stato dato dal CFO di Swisscom, Mario Rossi, che durante un’intervista ha sottolineato come siano ancora troppo insignificanti nel mercato della telefonia mobile in Italia. Proprio per questo, Swisscom intende accelerare la crescita di Fastweb Mobile in Italia e per farlo sarà necessario puntare sul 4G. Da gennaio, dunque, i clienti inizieranno a migrare sulla nuova rete. Per farlo, però, sarà necessario anche cambiare SIM ma su questo tema sarà l’operatore stesso ad avvisare i suoi utenti ed ad organizzare la sostituzione.

Il progetto è sicuramente interessante anche perché indirettamente conferma che TIM sta apprendo il 4G LTE anche agli operatori virtuali che si appoggiano alla sua rete.

Mario Rossi ha anche affrontato il tema di Free Mobile affermando come sia possibile che in futuro si arrivi ad un dialogo tra le due società anche se al momento non ci sarebbe nessuna trattativa in corso.

Tra pochi mesi, dunque, Fastweb Mobile rivoluzionerà se stessa con l’obiettivo di crescere e di offrire servizi più performanti per competere maggiormente nel settore della telefonia mobile italiana.

Commenta e partecipa alle discussioni