QR code per la pagina originale

TIM e le tariffe per l’iPhone 3G

,

TIM aveva preannunciato, nel sito dedicato al suo lancio dell’iPhone 3G in Italia, i prezzi dell’offerta: 499 Euro per 8GB e 569 Euro per 16GB, praticamente identici a quello annunciati da Vodafone.

Ora, grazie a Macity, sembrano note anche le tariffe specifiche che l’operatore applicherà agli utenti che sceglieranno di acquistare da loro l’ultimo prodotto della Apple, anche se per ora non sembra esserci una conferma ufficiale da parte di TIM.

Sostanzialmente siamo in presenza di 5 diverse tipologie di contratto, della durata di 24 mesi, in cui varia il canone mensile e i benefit compresi.

Si parte con iPhone Starter, da 30 euro/mese, che comprende 1Gb di traffico mensile, SMS e chiamate verso tutti i numeri a 15 eurocent/minuto e costo dell’iPhone 3G pari a 199 euro per il modello a 8Gb e 269 per quello a 16Gb.

Si passa a iPhone 250, da 50 euro/mese, che comprende 1Gb di traffico mensile, 100 SMS gratuiti e 250 minuti di chiamate verso tutti i numeri. Il costo dell’apparato è di 189 euro per la versione a 8Gb e 259 per quella a 16Gb.

Continua la tariffa iPhone 600, da 80 euro/mese, che comprende 1Gb di traffico mensile, 200 SMS gratuiti e 600 minuti di chiamate verso tutti i numeri. Il costo dell’apparato è di 149 euro per la versione a 8Gb e 219 per quella a 16Gb.

Poi abbiamo iPhone 900, da 110 euro/mese, che comprende 1Gb di traffico mensile, 900 SMS gratuiti e 900 minuti di chiamate verso tutti i numeri. Il costo dell’apparato è di 99 euro per la versione a 8Gb e 169 per quella a 16Gb.

Chiude l’offerta iPhone Unlimited, da 200 euro/mese, che comprende 5Gb di traffico mensile, 1500 SMS gratuiti e 5000 minuti di chiamate verso tutti i numeri, più 100 minuti verso paesi europei. Gratis l’iPhone 3G da 8Gb e a 69 euro quello da 16Gb.

Attivabili anche le promozioni Passa a TIM, che permette di conservare il proprio numero di cellulare e pagare la metà del canone per i primi 3 mesi, e Maxxi TIM, valida per i clienti con una carta prepagata e che, a fronte di un canone mensile di 10 euro, permette di usufrurire di ulteriori 30 Mega di traffico giornaliero passando per ibox.tim.it, non cumulabile.

Per tutte le offerte, se si eccede il traffico incluso, il costo è di 0,6 eurocent al kilobyte.

Dando un occhiata all’offerta, ammesso che sia veramente quella ufficiale, non posso che trovarmi in accordo con il malcontento generale per molti versi.

La riduttività dell’offerta: 33 mega al giorno, più eventualmente altri 30 offerti dalla Maxxi TIM, per un totale massimo di 1,9 Gb al mese non sono poi così tanti, per un dispositivo che ha fatto della navigazione Internet in mobilità il suo cavallo di battaglia e dell’essere anche un telefono una caratteristiche complementare. Certo, le cose migliorano con l’ultima offerta, ma 200 euro al mese non me le pagherebbero neanche sul telefono aziendale.

Gli SMS: già partendo dall’offerta iPhone 250, si hanno a disposizione 100 sms al mese, circa 3 al giorno. Un quantitativo direi più che sufficiente per la maggior parte degli utenti.

L’uso strumentale delle parole: iPhone Unlimit cos’ha di illimitato? Niente! E allora perché chiamarla così questa offerta? Qui cito la mia nonnina per darmi una risposta: “A pensar male si fa peccato, ma ogni tanto ci si prende”.

Le tariffe negli altri paesi: in Olanda l’accesso alla Rete è illimitato, in America, con 82 euro al mese, anche. In Italia, anche con 200 euro al mese, non si va oltre i 5 Gb.

Non ci resta che aspettare le tariffe di Vodafone, che arriveranno sicuramente prima della data ufficiale di rilascio, l’11 Luglio. Ma sapendo quando estranea sia l’Italia a situazioni al limite del cartello nel settore delle telecomunicazioni, io purtroppo ho poca fiducia che possa cambiare qualcosa.

Voi che ne dite? Lo comprereste nonostante tutto?