QR code per la pagina originale

Chrome: fine supporto in aprile per XP e Vista

Google conferma che, a partire dall'aprile 2016, sospenderà il supporto di Chrome per le piattaforme Windows XP, Vista, OS X 10.6, OS X 10.7 e OS X 10.8.

,

Il supporto ufficiale da parte di Google per quanto riguarda il browser Chrome sui sistemi operativi Windows XP e Windows Vista terminerà definitivamente nell’aprile 2016. Il gruppo di Mountain View lo ha comunicato tramite un post comparso nella serata di ieri sulle pagine del blog ufficiale, in cui spiega il perché di una tale decisione, già anticipata fin dall’ottobre 2013 e ribadita all’inizio di quest’anno.

Nei mesi scorsi abbiamo annunciato che Google Chrome continuerà a supportare Windows XP fino al termine del 2015. Nell’occasione abbiamo fortemente consigliato agli utenti delle piattaforme più vecchie e non più supportate come Windows XP di passare ad un sistema operativo più sicuro e aggiornato. Queste, infatti, mancano di update dall’importanza critica in merito alla sicurezza e presentano la possibilità di essere infettati da virus o malware.

Oltre a concludere il supporto per XP e Vista, il team di Google Chrome terminerà anche quello per OS X 10.6, OS X 10.7 e OS X 10.8. Si tratta infatti di sistemi operativi non più aggiornati né da Microsoft né da Apple. In altre parole, il browser di Mountain View continuerà a funzionare su queste piattaforme come fatto fino ad oggi, ma non riceverà ulteriori aggiornamenti o update per migliorarne la sicurezza, la stabilità e le prestazioni.

Google ribadisce che per non correre rischi durante la navigazione sul Web è buona cosa passare ad un sistema operativo più recente, ad esempio Windows 10 nel caso di un PC oppure OS X 10.11 El Capitan se si utilizza un dispositivo della linea Mac. Per quanto riguarda XP, dopotutto, sono passati oltre 14 anni dal lancio della prima versione (datata 2001) e anche Microsoft ha cessato lo scorso anno di sviluppare patch e update per la piattaforma. L’esordio di Windows Vista è invece avvenuto nel 2006.

Fonte: Google Chrome Blog • Via: ZDNet • Notizie su: ,