AMD Radeon Super Resolution, prestazioni super sui giochi PC

AMD sostiene che la sua nuova tecnologia Radeon Super Resolution può aumentare le prestazioni di gioco per PC del 70%.

I migliori giochi per PC dovrebbero avere prestazioni fino al 70% migliori con la Radeon Super Resolution (RSR). E’ quanto sostiene AMD a proposito del suo nuovo algoritmo di superscaling che promette, appunto, di migliorare le performance dei videogame per personal computer per coloro che utilizzano le più performanti GPU della stessa azienda. Lo svantaggio principale di questa funzionalità è proprio quella che per usarla, i giocatori dovranno utilizzare schede AMD RDNA compatibili, come le GPU della serie Radeon RX 5000 e RX 6000.

AMD e la nuova, potente RSR

La nota compagnia, leader mondiale nella produzione di CPU per il mercato consumer, workstation, server e chip grafici integrati oltre che di chipset, afferma che la nuova tecnologia, che dovrebbe uscire nel primo trimestre del 2022, aumenterà le prestazioni dei giochi fino a 1,7 volte. Rispetto ad altre tecnologie analoghe attualmente sul mercato, come ad esempio il FidelityFX Super Resolution sempre di AMD, RSR dovrebbe funzionare in modo “universale”, ovverosia senza la necessità per un titolo di avere implementata la tecnologia.

Secondo quanto emerso anche attraverso un nuovo video dal canale YouTube di AMD dove vengono messi in evidenza alcune delle funzionalità in arrivo per il software Adrenalin, basterà che un gioco supporti la modalità full screen exclusive per fruire dei miglioramenti garantiti da RSR.

Tale modalità, lo ricordiamo piuttosto diffusa soprattutto nei titoli moderni, consente a un videogame di avere accesso completo alle risorse di display e scheda video. Tra le altre funzioni mostrate nello stesso filmato, che potete trovare in calce alla notizia, anche un aggiornamento di AMD Link che consentirà di abilitare il multiplayer sino a quattro giocatori da qualsiasi dispositivo e da ogni angolo del mondo, e di Privacy View, che in futuro potrà usare il tracciamento degli occhi di un utente per oscurare quelle porzioni dello schermo non guardate, in maniera tale da migliorare il livello della privacy in aree pubbliche e affollate.

 

Ti potrebbe interessare