QR code per la pagina originale

Ford e il cambio manuale con feedback aptico

Ford sperimenta una leva del cambio in grado di vibrare quando bisogna inserire una nuova marcia, partendo da una stampante 3D e dal controller Xbox 360.

,

Zach Nelson, giovane ingegnere Ford, ha realizzato un prototipo di cambio manuale in grado di avvisare il conducente quando è il momento di inserire una nuova marcia tramite feedback aptico, ovvero tramite una vibrazione. Il progetto risulta particolarmente interessante anche per via delle tecnologie impiegate: un controller della console Xbox 360, stampanti 3D e la piattaforma OpenXC.

Componenti che solitamente non hanno nulla a che fare, ma Nelson è riuscito ad assemblarle come spiegato dettagliatamente nel video in streaming di seguito. OpenXC è la piattaforma software integrata su alcuni dei modelli più recenti prodotti dalla casa automobilistica statunitense, in grado di fornire parametri e dati in tempo reale su tutto ciò che riguarda il funzionamento del motore, come il numero di giri, la coppia erogata, la velocità ecc. Queste informazioni vengono elaborate dal sistema messo a punto che, confrontandole con quelle relative alla marcia inserita, è in grado di riconoscere il momento giusto per scalare o inserire un rapporto più alto.

Ecco che entra in gioco il motore prelevato dal controller della Xbox 360, lo stesso che fornisce una vibrazione alle mani dei giocatori durante le sessioni di gameplay. Questo viene attivato all’occorrenza e chi si trova al volante, senza bisogno di guardare il cruscotto, viene avvisato del fatto che è giunto il momento di cambiare marcia. Tutti questi elementi sono assemblati tra loro e racchiusi all’interno di una leva ottenuta da una stampante 3D, poi montata accuratamente nell’abitacolo al posto di quella originale.

Difficilmente il progetto di Zach Nelson avrà nell’immediato futuro uno sbocco commerciale sulle vetture Ford, ma di certo dimostra come l’ingegno e la fantasia, sfruttando le possibilità messe a disposizione dalle moderne tecnologia, possano rendere più “smart” la vita di chi passa molto tempo viaggiando in auto, non solo con i sempre più diffusi sistemi evoluti di infotainment.

Notizie su: , ,