QR code per la pagina originale

SMS My Wind a pagamento dal 15 dicembre

Il servizio SMS My Wind che informa della ricezione di chiamate a telefono spento o occupato diventa a pagamento a partire dal prossimo 15 dicembre

,

Wind come Vodafone e TIM. L’operatore arancione ha infatti comunicato che a partire dal 15 dicembre il servizio SMS My Wind diventerà a pagamento. SMS My Wind è una servizio che avvisa l’utente delle chiamate ricevute mentre il telefono è spento o occupato. Dopo che il telefono torna raggiungibile, Wind invierà un SMS con tutte le chiamate ricevute corredate di numero e data di ricezione. Se il numero è salvato nella rubrica del telefonino, il mittente dell’SMS sarà il nome che è associato a quel numero.

Tutti i Clienti mobili Wind hanno il servizio SMS My Wind attivo all’attivazione della SIM. A partire dal 15 dicembre 2014, il servizio SMS My Wind diventerà a pagamento per i clienti con ricaricabile. Da tale data, il servizio SMS My Wind costerà 19 centesimi addebitati solo alla ricezione del primo SMS di notifica e per 7 giorni, incluso quello nel quale è stato ricevuto il messaggio. In seguito, il servizio SMS My Wind continuerà a rimanere attivo, ma il relativo costo di 19 centesimi per 7 giorni sarà addebitato solo alla ricezione di un eventuale nuovo SMS di notifica. Il costo del servizio SMS My Wind si applica anche con credito zero e segreteria telefonica attiva; non funziona se sul telefonino è impostato il trasferimento di chiamata verso un altro numero di telefono.

A partire dal 15 dicembre, il servizio SMS My Wind diventerà progressivamente a pagamento anche per i clienti con ricaricabile attivati prima del 20 ottobre 2014. Un SMS informerà sulla data effettiva di applicazione del costo. Il servizio può essere disattivato o riattivato in qualsiasi momento, chiamando il 403020.

A seguito della presente proposta di modifica delle condizioni contrattuali i clienti Wind possono esercitare il diritto di recesso da tutti i servizi Wind, senza penali né costi di disattivazione, come previsto dall’art. 70 comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, dando comunicazione all’operatore entro la data riportata nel messaggio ricevuto, con lettera raccomandata A.R. al seguente indirizzo:

Wind Telecomunicazioni SpA – Servizio Disdette
Casella Postale 14155 – Ufficio Postale Milano 65 – 20152

Trattasi dunque di una notizia che sicuramente non piacerà ai clienti dell’operatore arancione così come successe per i clienti TIM e Vodafone che si sono visti mettere a pagamento un servizio utile e comodo ma da sempre gratuito.

Fonte: Wind • Notizie su: ,