QR code per la pagina originale

Louis Vuitton la spunta su Google

,

300 mila euro ed il dente è tolto: alla fine Louis Vuitton ha avuto la meglio su Google ed ha ottenuto un cospicuo risarcimento (più 60.000 euro per spese legali) nella vertenza che vedeva contrapposti i due gruppi a causa di una serie di pubblicità legate al circuito AdWord. Il problema era costituito dall’uso del marchio Louis Vuitton in alcune promozioni: il click portava a siti che vendevano borse contraffatte, erodendo così sia il mercato dell’importante marchio, sia l’affidabilità del brand.

Quando i problemi legati ad AdWord sono iniziati, Google ha imposto misure più restrittive per garantire il proprio servizio senza complicazioni ulteriori. La chiusura del processo crea ora un importante precedente che imporrà maggior responsabilità da parte del motore di ricerca, il quale sarà inoltre costretto a pubblicare il testo della sentenza su una serie di magazine per rendere pubblica la decisione della corte.