QR code per la pagina originale

iPhone 2020: nuove conferme su Touch ID in-screen

Giungono nuove conferme sull'inclusione, negli iPhone 2020, di una versione di Touch ID in-screen: ecco le possibili strategie di Apple.

,

Apple pare sempre più intenzionata a dotare gli iPhone con dei lettori di impronte digitali in-screen. Giunge infatti una nuova indiscrezione in merito a questa iniziativa, mai confermata dal gruppo di Cupertino: l’edizione 2020 degli smartphone del gruppo potrebbe essere arricchita da un rinnovato Touch ID. Non si tratterà, tuttavia, di un’alternativa a Face ID: i due sistemi probabilmente conviveranno.

Secondo quanto riferito da Bloomberg negli ultimi giorni, Apple starebbe perfezionando una tecnologia di rilevazione in-screen delle impronte digitali, sebbene al momento non siano giunti molti dettagli. A quanto pare, il gruppo di Cupertino starebbe sviluppando una soluzione proprietaria, di concetto e di sviluppo diverso rispetto alle alternative già disponibili sul mercato Android, affinché lo sblocco possa risultare istantaneo e sempre affidabile.

Al momento, Apple starebbe cercando un partner tecnologico per la produzione delle componenti su larga scala, per un possibile inserimento della tecnologia negli iPhone attesi per il 2020. Così come già accennato, la rilevazione in-screen di Touch ID sarà offerta insieme a Face ID – il sistema introdotto da Apple con iPhone X per la scansione 3D del volto – affinché l’utente possa scegliere autonomamente quale tipo di autenticazione preferire. Alcune fonti parlano anche di un Touch ID esteso su tutto lo schermo, anziché limitato a una specifica porzione, sebbene questa ipotesi appaia oggi abbastanza remota.

Non sono chiare le ragioni che potrebbero aver spinto Apple a resuscitare Touch ID, forse semplicemente per garantire ai suoi clienti la più ampia capacità di scelta. In effetti, al lancio di iPhone X – e dei suoi successori – un piccolo gruppo di consumatori si è lamentato per la mancanza di Touch ID, da loro considerato più comodo. Allo stesso tempo, però, Face ID risulta addirittura più rapido e notevolmente più sicuro, considerando come i punti di scansione rilevati siano del tutto più elevati. Non resta che attendere, di conseguenza, il 2020 per scoprire i piani targati mela morsicata.