QR code per la pagina originale

RCS Libri porta 12 mila volumi su Google Books

12 mila titoli della RCS Libri saranno indicizzati su Google Books, con la possibilità di acquistarne direttamente la versione cartacea o quella digitale.

,

Il mondo ebook in Italia vive un nuovo scossone: dopo l’accordo tra Mondadori ed Amazon è ora il momento di RCS Libri e Google, coinvolgente in modo più esteso l’intera produzione a tutto vantaggio anche di quella che è la distribuzione in cartaceo:

RCS Libri ha sottoscritto un accordo con Google, grazie al quale il catalogo di titoli italiani del gruppo editoriale RCS Libri sarà disponibile a livello mondiale in formato elettronico su Google Books. Con questo accordo, il vastissimo patrimonio di opere della letteratura internazionale e nazionale in lingua italiana del gruppo RCS Libri sarà completamente ricercabile e potrà essere facilmente acquistato dai lettori in tutto il mondo.

Il catalogo RCS Libri comprende 12 mila volumi distribuiti da nomi quali Rizzoli, Bompiani, BUR, Fabbri, Sansoni, ETAS, Archinto, Marsilio, Adelphi e Skirà. Una volta indicizzati, i libri potranno essere cercati su Google e, una volta trovati, acquistati in formato ebook o in formato cartaceo tramite il punto di distribuzione univoco LibreriaRissoli.it. E trattasi inoltre di un accordo che non solo si focalizza sulle sinergie tra le parti, ma che è altresì in grado di offrire valore aggiunto nell’esperienza in mobilità:

Ad oggi, si tratta del primo e unico caso in Italia di una Libreria online di un Editore che è nativamente presente su iPhone, iPad e i Tablet Android, con delle WebApps tra le più innovative sui libri a livello mondiale. Ad esempio, nel caso di un’opera in formato eBook, in pochi istanti sarà possibile completare in modo intuitivo e appagante tutto il percorso dalla ricerca e consultazione gratuita su Google Books all’acquisto su LibreriaRizzoli.it, per finire con il download e la lettura del contenuto sul proprio dispositivo mobile.

RCS nella propria comunicazione ufficiale non solo snocciola numeri ed offerte, ma intende anche spiegare il proprio modo di pensare in digitale: non basta infatti che l’opera sia prodotta anche nella versione in “bit” parallela al cartaceo, ma deve anche essere fruita attraverso strumenti e piattaforme ideali per migliorare per quanto possibile l’esperienza di acquisto, lettura e fruizione. Il dettaglio è approfondito da Alessandro Bompieri, amministratore delegato del gruppo:

L’editoria “IN digitale” è il paradigma che stiamo costruendo a livello di gruppo, dove il digitale ha una valenza molto più ampia della mera digitalizzazione dei libri di carta. Ancor prima dei prodotti, sono i servizi che devono essere pensati nativamente digitali per la valorizzazione delle opere dei nostri autori, a prescindere dal formato – cartaceo o digitale –  dell’opera stessa. I servizi digitali online e mobile costituiscono una nuova leva strategica – complementare al ruolo fondamentale di liaison delle libreria tradizionali – per alimentare il dialogo tra l’Editore e lettori sia della carta che degli eBook. La partnership con Google insieme ai nostri asset tecnologici e contenuti distintivi ci permetterà appunto di offrire sempre più servizi innovativi ai nostri lettori analogici e digitali.

Da Coelho a Nesi, da Eco a Carofiglio e Maraini, fino ad Hesse e Dostoevskij: la vastità dell’offerta si accompagna a qualità e varietà. Per tutti i gusti e per tutte le tasche, quindi, con una offerta che si fa ora più comoda e tale da favorire per un particolare tipo di utenza il contatto diretto con la formula ebook.

Fonte: RCS Mediagroup • Via: Digital.it • Notizie su: ,