QR code per la pagina originale

Kindle, libri a noleggio grazie alle biblioteche

Amazon entra nelle biblioteche statunitensi grazie ad un nuovo progetto che permetterà il prestito dei libri direttamente dal web tramite Kindle.

,

I libri in biblioteca non saranno più concessi in prestito soltanto nelle versioni fisiche, ma anche nelle rispettive edizioni digitali. Grazie ad un accordo con oltre 11 mila biblioteche dislocate sul territorio statunitense, infatti, Amazon ha annunciato la possibilità di ottenere in prestito testi elettronici in maniera gratuita, arricchendo di fatto la propria offerta Kindle.

Per richiedere un libro in prestito sarà sufficiente collegarsi al sito web ufficiale di una delle biblioteche coinvolte nel progetto, effettuare una ricerca per individuare il testo desiderato e cliccare sul link “Send to Kindle” per avviare il trasferimento dello stesso al proprio dispositivo. Qualora non si possegga un lettore di e-book targato Amazon, poi, sarà possibile usufruire ugualmente del servizio, il quale sarà compatibile sia con l’app disponibile per diverse piattaforme mobile (iOS, Android e Windows Phone in primis), sia con l’Amazon Cloud Reader, utilizzabile mediante un qualsiasi browser.

Tutti i libri che entreranno a far parte del nuovo circuito di prestiti cercheranno poi di ricalcare le caratteristiche tipiche dei libri disponibili nelle biblioteche: ciascuno di essi riporterà infatti le note, gli appunti, i paragrafi evidenziati ed altri dettagli aggiunti da ogni precedente possessore, con la possibilità di effettuare la sincronizzazione di tali informazioni direttamente dal proprio dispositivo. Sarà inoltre possibile sfruttare l’integrazione con Twitter e Facebook che il colosso delle vendite online ha provveduto a realizzare per la piattaforma Kindle.

Per poter usufruire del nuovo servizio è necessario possedere un account Kindle ed una tessera per l’accesso alla propria biblioteca di riferimento. Il nuovo progetto targato Amazon intende così semplificare il noleggio dei libri nelle biblioteche, coinvolgendo anch’essi nel processo di transizione dal cartaceo al digitale. Un processo che rischia di minare seriamente proprio le biblioteche, che in questo modo possono continuare a fornire servizi utili anche in chiave futura.

Fonte: Amazon • Via: The Next Web • Immagine: kodomut • Notizie su: ,