QR code per la pagina originale

Samsung sconfitta: l’iPhone 4S sarà in Italia

Il Tribunale di Milano si è opposto alla richiesta Samsung di bloccare le vendite in Italia dell'iPhone 4S: se ne ridiscuterà nelle prossime settimane.

,

Così come comunicato da Reuters da pochi minuti, il Tribunale di Milano ha per il momento respinto la richiesta Samsung di bloccare le vendite dell’iPhone 4S in Italia. Medesima richiesta è stata contemporaneamente depositata anche a Parigi, nel tentativo di ostacolare la commercializzazione dello smartphone rivale nel contesto di un’ampia battaglia legale in atto a livello internazionale.

La richiesta era stata presentata da Samsung per fare in modo che lo smartphone di Cupertino potesse essere ostacolato nel suo esordio in virtù di ipotetiche violazioni di proprietà intellettuale. Al momento non v’è sentenza alcuna e l’accusa non è pertanto respinta nel merito, ma il Tribunale non s’è al tempo stesso espresso contro la vendita dell’iPhone 4S autorizzandone pertanto il regolare flusso nei negozi. Nessun rinvio e nessun cambio di programma, quindi: l’iPhone 4S sarà in Italia a partire dal 28 ottobre (già iniziate le prenotazioni).

Nell’udienza odierna le parti hanno chiesto di poter presentare delle memorie aggiuntive e il giudice ha dato parere positivo. Samsung avrà tempo fino al 15 novembre per presentare la nuova memoria, Apple fino al 6 dicembre per una controreplica. La nuova udienza è stata fissata al 16 dicembre. Intanto il 28 ottobre comincia anche in Italia la vendita del nuovo iPhone.

Apple da parte sua è riuscita ad ottenere il blocco in Australia ed Europa dei Samsung Galaxy Tab: Samsung avrebbe voluto restituire la stessa moneta, ma il tentativo si è scontrato contro i giudici che non hanno ravvisato la necessità di fermare a priori la distribuzione di uno dei più attesi smartphone del momento.

Per l’iPhone 4S, dunque, giunge il momentaneo nullaosta, in attesa di ridiscutere in tribunale la questione quando però ormai gli utenti avranno messo i polpastrelli su iOS 5 e le ambizioni ostruzionistiche di Samsung saranno ormai meno significative.

Fonte: Reuters • Notizie su: