QR code per la pagina originale

iOS 6: alla prova le novità (aggiornato)

Tutte le principali novità di iOS 6: dall'integrazione con Facebook a Siri in italiano. Immagini e prime impressioni

,

Aggiornamento: le novità di iOS 6 beta 1, 2, 3 e 4.

iOS 6 è disponibile da ieri agli sviluppatori iscritti al developer program e, sebbene non si tratti di un aggiornamento corposo come iOS 5, introduce alcune importanti novità: Siri a parte, soprattutto riguardo la privacy e gli strumenti di condivisione. Questa prima versione, sebbene sia molto lontana in termini temporali dall’uscita finale (prevista in autunno) è già molto stabile. Le nuove funzionalità subiranno miglioramenti, dunque non vale la pena adesso giudicarle.

Galleria di immagini: iOS 6

Siri

La maggiore novità di iOS 6 non è una novità: dopo un anno dal suo debutto ufficiale, Siri arriva anche in italiano (oltre che spagnolo, coreano, mandarino e cantonese). Il sistema, sebbene ancora in versione beta, permette di cercare indirizzi, eseguire telefonate, cercare ristoranti e così via. La versione italiana non ha oggi tutte le funzioni attive (non ha la ricerca Web ad esempio), ma funziona più o meno come quella inglese. E ciò significa che non è un sistema perfetto: frequenti sono gli errori di comunicazione, come frequenti sono gli errori di interpretazione. Quando funziona, Siri è una tecnologia portentosa.

B72F0A1A-7C53-4ADB-A7A6-B857A72E439C-960

Il navigatore

L’applicazione Mappe include un vero e proprio navigatore (come un TomTom, che difatti è partner di Apple nella progettazione delle nuove mappe). Una volta indicato il percorso, si può avviare la navigazione e una voce, la stessa di Siri, guiderà nell’indicare le svolte. Non si può paragonare ad un navigatore tradizionale (non si può simulare il percorso, cambiare visualizzazione, cercare punti di interesse e così via), ma di certo è uno strumento molto comodo in assenza di altri riferimenti.

itinerario

Mappe: il nuovo design

Se non fosse per gli indicatori di direzione, e se dovesse rimanere così com’è oggi in questa primissima beta, l’applicazione Mappe (ora gestita da diversi provider) rischia di farci rimpiangere l’integrazione con Google Maps (a destra nella foto sotto). Le mappe hanno meno informazioni e le foto sono meno curate.

colosseoa colosseob

La funzionalità Flyover, che mostra in 3D le foto aeree dei luoghi, è ben fatta ma è disponibile solo per alcuni luoghi (sotto la sede di Apple a Cupertino). Manca la possibilità di indicare il percorso a piedi oppure attraverso i trasporti pubblici. Sono funzionalità che speriamo sia ripristinata nelle prossime versioni, almeno la prima (la seconda era basata su un database di Google).

mappe-apple

Orologio e sveglia nell’iPad

iOS 6 aggiunge all’iPad l’applicazione Orologio simile, nelle funzionalità, a quella per iPhone. C’è la sveglia (con possibilità di impostare canzoni della propria libreria), il timer e il cronometro.

Orologio in iPad Orologio singolo

Rifiuto delle chiamate

Sui cellulari Apple mancava la possibilità di rifiutare le chiamate con un messaggio. In questa versione di iOS, Apple ha introdotto un metodo molto completo ed efficace: quando arriva una telefonata è possibile rifiutarla inviando un messaggio (personalizzato oppure predefinito) oppure rifiutarla e attivare un promemoria che ricorda di richiamare la persona. Il promemoria può essere a tempo (dopo un’ora, per esempio), oppure basato sulla posizione (quando ci si allontana dal posto in cui ci si trova).

rifiuta

Facebook

Facebook è stato integrato direttamente nel telefono. Ciò significa che è possibile condividere foto sul social network direttamente dall’applicazione immagini, sincronizzare gli eventi di Facebook con il calendario, sincronizzare i contatti con la rubrica, eseguire i login sulle applicazioni con l’account Facebook e così via.

fb2 fb

Privacy

Dopo i diversi episodi di app iOS che, senza il permesso dell’utente e senza avvisarlo, avevano accesso a molte delle informazioni personali registrate sul telefono, Apple ha arricchito la sezione Privacy delle Impostazioni. Adesso è possibile autorizzare o non autorizzare non solo le applicazioni che richiedono la posizione dell’utente (come era nelle versioni precedenti di iOS), ma anche quelle che hanno accesso alla rubrica, ai calendari, ai promemoria e alle immagini.

Funzione “non disturbare”

iPhone e iPad sono dispositivi da tenere sempre accesi. Quando si ha necessità di non ricevere notifiche o chiamate era norma, fino alla versione 5 di iOS,  impostare il telefono in modalità aereo, così da bloccare tutte le attività di rete (bluetoot, GSM, internet) ma senza poter ricevere telefonate urgenti. La nuova funzione chiamata “non disturbare” impedisce di ricevere avvisi e telefonate, ma senza disabilitare i servizi di rete e permettendo di stabilire delle regole per le chiamate che possono arrivare o no (in base a gruppi di contatti o in base a chiamate ripetute).

Condivisione e streaming foto

Sono state ridisegnate le opzioni di condivisione interne alle varie applicazioni. Le immagini possono essere condivise via posta elettronica, via Twitter o Facebook e, ed è una novità, via Streaming foto. Se si sceglie questa modalità, le foto singole o più foto in un album vengono pubblicate online su icloud.com e possono essere visualizzate in modalità presentazione.

condividi

Passbook

Passbook è un contenitore di pass con codici a barre inviati da gestore di eventi, compagnie di trasporto e così via. Se un’applicazione abilita il supporto a Passbook, coupon, carte d’imbarco, biglietti di eventi, carte prepagate di vari servizi vengono salvate all’interno del programma per essere subito disponibili all’atto di doverle presentare rendendo molto più veloce la loro ricerca.

Mail

Oltre ad aver aggiunto una nuova cartella VIP, nella quale finiscono le email inviate da selezionate persone della propria rubrica, Mail permette adesso di includere foto e video dalla propria libreria foto direttamente dal messaggio che si sta scrivendo, senza dover allegare un’immagine dall’app Immagini.

Inserisci immagini in mail

Safari

Oltre a sembrare più veloce, in Safari è stata introdotta la modalità a tutto schermo quando (su iPhone) si ruota il telefono in posizione orizzontale. Il funzionamento è simile a quello adottato da molti browser alternativi: basta toccare un nuovo pulsante sulla barra degli strumenti e visualizzare il sito che si sta navigando a tutto schermo.

safari

Redesign dell’interfaccia

L’interfaccia (nelle barre in alto e in basso) utilizza colori più tenui, mentre un leggero redesign hanno subito diverse applicazioni tra le quali le applicazioni dei tre store (App, iTunes e Book), l’applicazione Musica (foto in basso a sinistra) e l’applicazione Telefono (foto in basso a destra).

musica telefono

Aggiornamenti introdotti nelle beta

Dopo la prima versione Beta dell’11 giugno 2012, Apple ha rilasciato altre tre versioni di test di iOS 6. Ecco le principali novità.

iOS 6 Beta 2

25 giugno 2012. La seconda beta di iOS 6 non introduce sostanziali novità, ma è principalmente indirizzata a correggere alcuni bug della beta 1. In questa versione è stato eliminato lo sfondo con la terra vista dallo spazio che aveva fatto la sua comparsa sin dal primo iPhone.

iOS 6 Beta 3

16 luglio 2012. Anche in questo caso le principali novità consistono in correzioni di bug e perfezionamento delle funzionalità. Da questa versione è inoltre possibile avere un indirizzo email @icloud.com.

iOS 6 Beta 4

6 Agosto 2012. È stata rimossa l’applicazione Youtube. Google ha annunciato che presto svilupperà un’app dedicata e indipendente. Sono state potenziate le opzioni di privacy includendo anche le connessioni bluetooth. L’aggiornamento delle applicazioni è molto più veloce.

Notizie su: