QR code per la pagina originale

Vodafone Angel protegge le donne dallo stalking

Vodafone Angel è un progetto lanciato dal carrier italiano in collaborazione con la Polizia di Stato, volto a proteggere le donne vittime di violenze.

,

Vodafone Angel è un innovativo servizio di assistenza e soccorso per le donne vittime di violenza e stalking appena presentato dalla divisione italiana dell’operatore telefonico e realizzato in collaborazione con la Polizia di Stato. Per l’occasione, è stato anche diramato un video che esplica l’importanza del progetto.

Dopo una sperimentazione condotta a Roma su un campione di 33 donne vittime di violenza, il progetto viene ora esteso su tutto il territorio nazionale e potenzialmente potrà raggiungere circa duemila casi di stalking in Italia, un problema sempre più diffuso e che mette sempre più a rischio la tranquillità e la vita del gentil sesso. Vodafone Angel prevede, a coloro che ne fanno richiesta, la consegna di un cellulare particolare dotato di una tecnologia realizzata dal carrier che consente, tramite un semplice pulsante, di richiedere assistenza nel momento in cui lo si ritiene necessario. Il servizio è attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Chi si sentirà minacciata dalla presenza indesiderata di un uomo che la tormenta, dovrà dunque solamente premere questo pulsante e, in automatico, partirà una richiesta al centro antiviolenza; questo identificherà la vittima attraverso il telefonino, andrà in ascolto ambientale, visualizzerà la posizione geografica della donna grazie al GPS integrato e, nel caso in cui rilevi un pericolo imminente, passerà le informazioni alla Questura che si preoccuperà di inviare seduta stante una volante sul posto. Chi è vittima di violenze o stalking vive chiaramente un momento di stress psicologico e di paura e, se possibile, proprio in quei momenti il centro comunicherà con lei fornendole supporto.

L’obiettivo di Vodafone è quello di poter far rientrare sotto la copertura del proprio programma quelle donne in Italia che sono attualmente identificate come ad alto rischio di morte per violenza. La maggior parte dei comportamenti persecutori è messa in atto da partner o ex-fidanzati – in 6 casi si tratta di coniugi, in 10 di ex-coniugi, 12 sono ex conviventi o ex partner mentre i restanti sono parenti, sconosciuti, colleghi o vicini di casa – e in Italia, nel 2011, sono stati denunciati circa 8 mila reati di tal genere, più del 77% dei quali ha avuto proprio una donna come vittima. Guardando a questi dati, ben si può comprendere l’importanza dell’iniziativa Vodafone, nella speranza che possa aiutare davvero tutte coloro che stanno purtroppo vivendo momenti di terrore a causa di un uomo che, di uscire dalla loro vita, proprio non ne vuole sapere.

Fonte: Vodafone • Via: Corriere • Notizie su: