QR code per la pagina originale

PES 2014, prime informazioni ufficiali

Kei Masuda, creative producer di Konami, parla delle novità introdotte da Pro Evolution Soccer 2014, che punta a migliorare comparto tecnico e gameplay.

,

Dopo la conferma di ieri in merito all’inclusione del torneo AFC Champions League tra le modalità disponibili, ecco le prime informazioni ufficiali su quanto PES 2014 avrà da offrire agli amanti delle simulazioni calcistiche. A parlarne è Kei Masuda, creative producer di Konami, con un’intervista rilasciata sulle pagine di Official PlayStation Magazine UK.

Il nostro obiettivo principale è quello di permettere a chiunque di vincere con la propria squadra del cuore. Se saremo in grado di renderlo possibile rappresenterà una differenza incredibile rispetto a FIFA.

In altre parole, il team giapponese vuole accogliere i feedback dei tanti giocatori stanchi di cimentarsi nelle sfide online e trovarsi sempre di fronte Barcellona, Real Madrid, Manchester City, Manchester United, Chelsea o Paris Saint-Germain. Konami vuole dare maggior peso a fattori come il pubblico di casa, la motivazione degli atleti che scendono in campo e la tattica per decidere l’esito finale di un incontro. Il calcio dopotutto è così, come ha dimostrato ad esempio la sfida di Champions del novembre scorso, quando spinto dai suoi tifosi il Celtic ha battuto la squadra di Messi con un 2-1 insperato alla vigilia. Per quanto riguarda il multiplayer, ecco il parere di Masuda.

Passando da PS2 a PS3 il nostro problema più grande ha riguardato il gioco online. EA ha cambiato engine, mentre il nostro è rimasto quello della vecchia console, che abbiamo solo ritoccato per migliorare animazioni e alcuni aspetti dell’intelligenza artificiale.

Le sfide online di Pro Evolution Soccer 2014 saranno dunque meglio strutturate, con la possibilità di interagire con il proprio account anche in mobilità attraverso smartphone, anche se a questo proposito non sono stati rilasciati dettagli. Come già detto, il titolo abbandona il suo vecchio motore per adottare il Fox Engine messo a punto da Kojima Productions. Questa scelta permetterà di gestire in modo più fluido le animazioni, con una resa migliore in termini visivi e di simulazione fisica, facilitando al tempo stesso il salto generazionale verso le piattaforme PlayStation 4 e Xbox 720 in arrivo a fine anno.