QR code per la pagina originale

Google I/O 2015: Google Foto

Un nuovo modo di salvare e gestire le fotografie e i video: Google Foto evolve in un'app e una piattaforma avanzata, con spazio illimitato per lo storage.

,

Un’altra delle novità più attese dell’evento I/O 2015 di San Francisco riguarda Google Foto (Photos in inglese), una piattaforma per la gestione di fotografie e video che aiuta ad organizzare in modo intelligente i propri contenuti multimediali, semplificandone il salvataggio, la ricerca e la condivisione. La nuova app si occupa della sincronizzazione su tutti i dispositivi utilizzati, rendendoli disponibili in qualsiasi momento e indipendentemente dalla piattaforma utilizzata.

La nuove feature sono molte: si parte dalla possibilità di visualizzare la griglia di fotografie con zoom variabile, ovvero mostrando quelle degli ultimi giorni, suddivise per mesi o addirittura in base all’anno. Per variare il livello di ingrandimento basta un pinch-to-zoom, molto comodo per chi è solito scattare un gran numero di immagini in ogni occasione. Uno swipe verso destra apre inoltre la sezione Raccolte, che sfrutta gli algoritmi di machine learning per catalogare i file, senza bisogno di aggiungere manualmente tag o altri metadati. Attravarso il riconoscimento facciale, ad esempio, tutte le foto relative ad una persona sono raggruppate sotto al suo nome, così come quelle di una particolare data o di un luogo preciso grazie alle informazioni di geolocalizzazione.

L'interfaccia della nuova applicazione Google Foto

L’interfaccia della nuova applicazione Google Foto

Di seguito un filmato che mostra la nuova interfaccia dell’app e le modalità di interazione.

Editing

L’elenco delle novità non finisce qui: finalmente è possibile selezionare più immagini in modo semplice e veloce, senza l’obbligo di effettuare un tocco prolungato su ognuna di esse. È sufficiente farlo una sola volta e trascinare il dito fino al termine dell’elenco, un po’ come avviene su computer con il mouse. In questo modo, mediante la semplice pressione di un pulsante, è possibile creare album, collage, animazioni, video generati automaticamente ecc. Anche la condivisione di più file è facile, grazie all’opzione “Get link” (con tutta probabilità “Ottieni link” in italiano), che fornisce un indirizzo da inviare rapidamente nelle app di messaggistica istantanea, via email ecc.

Backup con spazio illimitato

Il punto forte di Google Foto è però rappresentato dallo spazio illimitato per lo storage delle immagini su server cloud, disponibile gratis fin da subito per tutti. Non ci sono vincoli nel numero di file da caricare e nemmeno per quanto riguarda il loro peso in MB: gli unici paletti stabiliti sono la risoluzione di 16 megapixel per le fotografie e 1080p per i filmati. La disponibilità è immediata, su Android, iOS e dal Web all’indirizzo photos.google.com.

La qualità delle immagini salvate con Google Foto su server cloud

La qualità delle immagini salvate con Google Foto su server cloud