Cloverfield: va in scena il viral marketing

Il modo migliore per parlare di viral marketing è osservare case history ed esempi concreti. E se lo vogliamo vedere applicato al cinema, Cloverfield fa proprio al caso nostro. Il film (in uscita il 18 Gennaio negli Stati Uniti, il 1 Febbraio in Italia) è anticipato da una campagna virale molto intensa e stuzzicante. Il

Il modo migliore per parlare di viral marketing è osservare case history ed esempi concreti. E se lo vogliamo vedere applicato al cinema, Cloverfield fa proprio al caso nostro.

Il film (in uscita il 18 Gennaio negli Stati Uniti, il 1 Febbraio in Italia) è anticipato da una campagna virale molto intensa e stuzzicante. Il creatore è JJ Abrams, padre di Alias e Lost, due serial in cui il mistero è palpabile in ogni istante.

Ma torniamo a Cloverfield. Già il trailer stimola domande e interrogativi: date un’occhiata al video qui sotto.

Ovviamente noi non abbiamo le risposte: e l’incapacità di dare un senso al tutto è l’ultimo consiglio che possiamo trarre da questa interessante campagna viral.

Non ci resta che aspettare al cinema, che ne dite? La campagna virale ha fatto il suo effetto?

Ti potrebbe interessare