QR code per la pagina originale

Discord sfida Steam, venderà videogiochi

Discord lancia la sfida a Steam: inizierà a vendere giochi e a offrirli gratis a chi è abbonato a Nitro; c'è anche un'iniziativa per gli sviluppatori indie

,

Discord, la popolare app di chat testuale e vocale dedicata ai gamer, inizierà a vendere videogiochi, come annunciato in via ufficiale, sfidando così Steam di Valve e gli altri store concorrenti. I primi publisher a collaborare con la compagnia saranno THQ e Deep Silver e chi è abbonato al servizio Nitro potrà accedere a una libreria di giochi gratis.

Nello specifico l’offerta di Discord si articolerà in due modi differenti. Vi sarà un negozio virtuale dove gli utenti potranno acquistare giochi, ma non sarà focalizzato sulla disponibilità di ogni singolo titolo, piuttosto su una lista molto specifica di videogame consigliati: «affidati alla nostra community e al nostro team per rendere lo store estremamente personale e focalizzato su giochi che pensiamo che possano piacerti davvero», si legge nel comunicato stampa. I primi titoli in vendita saranno Dead Cells, Into the Breach e Frostpunk.

Inoltre, il servizio in abbonamento della piattaforma, Discord Nitro, consentirà agli abbonati l’accesso a una libreria di giochi senza costi aggiuntivi. Ciò significa che chi ha sottoscritto un abbonamento o lo sottoscriverà potrà fruire gratis di giochi come Saints Row: The Third, Darksiders: Warmastered Edition, Super Meat Boy e Metro: Last Light Redux. Si ricorda che Discord Nitro costa 4,99 dollari al mese o 49,99 dollari all’anno.

Discord lancerà presto il suo store e la libreria di giochi Nitro in beta, con utenti selezionati che avranno pertanto la possibilità di sperimentare – per ora in Canada, non si sa quando e se anche in Europa – entrambe gli aspetti del nuovo programma prima che venga rilasciato al pubblico, in futuro. Ci sono anche buone notizie per gli sviluppatori indipendenti, poiché Discord introdurrà un nuovo programma di sponsorizzazione chiamato “First on Discord”. In cambio del loro consenso a lanciare i loro giochi indie in esclusiva temporale su Discord (90 giorni), i developer riceveranno finanziamenti, che potranno così dare un contributo per realizzare titoli ancora migliori. Dopo i primi 90 giorni, i titoli First on Discord saranno comunque disponibili su altre piattaforme.

È una notizia degna di nota dato che i grandi publisher stanno scegliendo sempre più di pubblicare i propri giochi esclusivamente sulle piattaforme proprietarie. Per fare un esempio, di recente Bethesda ha annunciato che non avrebbe lanciato Fallout 76 su Steam, ma solo su Bethesda.net, probabilmente nel tentativo di accrescere il numero di utenti che utilizzano la sua piattaforma.

Fonte: Polygon • Immagine: Pekic via iStock